Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Ezio Cesarini



PRESENTAZIONE

Di anni 46, giornalista, coniugato con tre figli. Nato il 28 agosto 1897 a Montebello Vicentino (Vicenza) e residente a Bologna. Di ideali socialisti, dopo varie discriminazioni subite negli ambienti di lavoro, nel 1927, quando divenne obbligatoria la tessera fascista pena la perdita del lavoro, si iscrisse al PNF. Il 31 dicembre 1933 fu licenziato da «Il Resto del Carlino» dove era stato assunto come redattore nel 1925. Due anni dopo partì volontario per l’Etiopia al fine di recuperare la tessera del PNF che nel frattempo gli era stata ritirata. Qui fondò il «Giornale di Addis Abeba». Rientrato in Italia, riottenne il lavoro a «Il Resto del Carlino» e la tessera di partito. Negli anni successivi visse ancora queste forme di ricatto ma dal 13 marzo 1939 alla caduta del fascismo non ebbe più problemi. Il 26 luglio 1943 tenne un comizio antifascista nell’attuale Piazza Maggiore di Bologna e dopo l’8 settembre fu uno dei pochi giornalisti a non ripresentarsi al giornale. Deciso ad attraversare le linee per collegarsi con gli alleati, pensò di sostenere temporaneamente la famiglia con la sua liquidazione. Accordatosi con l’amministratore Cesare Bondioli per ritirarla presso la sede del giornale, vi trovò ad attenderlo una squadra della GNR. Arrestato, fu poi recluso nel carcere di San Giovanni in Monte (Bologna) e, in seguito all’uccisione del segretario federale Eugenio Facchini, il 26 gennaio fu condannato a morte con rito sommario insieme ad altri nove prigionieri politici. Fu fucilato al poligono di tiro di Bologna il 27 gennaio 1944. Riconosciuto partigiano della Brigata Matteotti «Città» dal 9 settembre 1943 al 27 gennaio 1944, gli fu conferita la Medaglia d’Argento al Valor militare alla memoria.

Autore della presentazione: Enrica Cavina

DATI ANAGRAFICI

Età 46 anni
Genere Maschio
Stato civileConiugato
Data di nascita 28/8/1897
Luogo di nascita Montebello Vicentino
Provincia di nascita Vicenza
Residenza Bologna

Data di morte: 27/1/1944
Luogo di morte: Poligono di tiro di Borgo Panigale
Comune di morte: Bologna
Regione di morte:Emilia Romagna

Titolo di studioLicenza media superiore
Categoria professionaleCulto, professioni e arti liberali
Professione Giornalista Redattore presso "Il Resto del Carlino" di Bologna

Appartenenza politicaSocialista

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: 9/9/1943 - 27/1/1944
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Matteotti Città
Grado conseguito: Partigiano
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale speciale di Bologna - Sentenza emessa in data 26/1/1945.
Esecuzione:Fascista
Circostanza della morte: Strage
Descrizione della circostanza della morte: Fu arrestato il 4 gennaio 1944 dalla polizia fascista mentre ritirava la propria liquidazione presso "Il Resto del Carlino". Quando il 26 gennaio fu ucciso in un attentato partigiano il segretario federale Eugenio Facchini, furono scelti 10 antifascisti che si trovavano in carcere per compiere la rappresaglia. Ezio Cesarini fu processato con rito sommario e condannato a morte insieme ad altri 9 prigionieri politici: Alfredo e Romeo Bartolini, Alessandro Bianconcini, Silvio Bonfigli, Cesare Budini, Sante Contoli, Francesco D'Agostino, Zosimo Marinelli e Luigi Missoni, quest'ultimo graziato unitamente a Contoli. Furono fucilati dal plotone comandato dal commissario del fascio di Imola, Guerrino Bettini, il 27 gennaio 1944.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Il 26 gennaio 1944, come rappresaglia contro l’uccisione del segretario federale Eugenio Facchini, furono condannati a morte dieci prigionieri politici: Alessandro Bianconcini, Alfredo e Romeo Bartolini, Silvio Bonfigli, Cesare Budini, Ezio Cesarini, Sante Contoli, Francesco D’Agostino, Zosimo Marinelli e Luigi Missoni. Mentre Contoli e Missoni furono graziati, gli altri otto uomini furono fucilati al poligono di tiro di Borgo Panigale (Bologna) il 27 gennaio 1944. Il plotone d’esecuzione fu comandato dal commissario del fascio di Imola Guerrino Bettini che aveva richiesto al segretario della federazione fascista di Bologna l’«onore» di ordinare il fuoco.
Riconoscimenti:militare: Medaglia d'argento
Collegamenti:Strage di Poligono di tiro di Borgo Panigale, comune di Bologna (Bologna). 27/1/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere: Alessandro Bianconcini | Zosimo Marinelli |

BIBLIOGRAFIA

  • Alessandro Albertazzi - Luigi Arbizzani - Nazario Sauro Onofri Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945). Dizionario biografico. Volume II, Bologna, Comune di bologna, 1985, pp. 524-525
  • Luciano Bergonzini La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documaneti, Bologna, Istituto per la Storia di Bologna, 1980, vol. II, pp. 157-159

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Moglie Enna, scritta in data 27-01-1944
Località di stesura: Carceri di Bologna
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: foto da originale

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Raccolta Franzinelli/Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 1943-1945


» Leggi
Lettera a Fratello Mario, scritta in data 27-01-1944
Località di stesura: Carceri di Bologna
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: foto da originale

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Raccolta Franzinelli/Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 1943-1945


» Leggi
Lettera a Moglie Enna, scritta in data 27-01-1944
Località di stesura: Carceri di Bologna
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: foto da originale

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Raccolta Franzinelli/Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 1943-1945


» Leggi
Lettera a Sorelle Bice, Vera, Elsa, scritta in data 27-01-1944
Località di stesura: Carceri di Bologna
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: foto da originale

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Raccolta Franzinelli/Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 1943-1945


» Leggi
Lettera a Fratello Mario, scritta in data 27-01-1944
Località di stesura: Carceri di Bologna
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: foto da originale

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Raccolta Franzinelli/Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 1943-1945


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI