Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Giampaolo Grosso (Paolo)



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile Di anni 24. Nato il 30 marzo 1920 a Genova. Studente universitario iscritto alla facoltà di Scienza agrarie dell’ateneo di Bologna, si arruola volontario allo scoppio della seconda guerra mondiale. Allievo ufficiale del Iº Reggimento artiglieria da campagna Acqui, dopo l’armistizio è catturato dai tedeschi, ma riesce a fuggire prima dell’internamento. Unitosi alle formazioni partigiane valtellinesi (Sondrio), nel maggio del 1944 è nominato commissario politico della 55ª brigata Fratelli Roselli, inquadrata nella 2ª Divisione Garibaldi Lombardia. Il 20 agosto successivo guida i suoi uomini all’attacco di un presidio nazista alle centrali elettriche di Regoledo di Cosio (SO). L’azione ha successo e il nemico viene disarmato, ma Giampaolo Grosso viene ucciso nello scontro a fuoco con i rinforzi sopraggiunti nel frattempo.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 24 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 30/3/1920
Luogo di nascita Genova

Data di morte: 20/8/1944
Luogo di morte: Centrali elettriche di Regoledo
Comune di morte: Cosio Valtellino
Provincia di morte: Sondrio
Regione di morte:Lombardia

Titolo di studioStudi universitari. Iscritto alla facoltà di Scienza agrarie dell'Università di Bologna
Categoria professionaleCondizioni non professionali
Professione Studente universitario
Appartenenza alle Forze armateEsercito
Arma Artiglieria
Reparto tiburio I° Reggimento artiglieria da campagna Acqui
GradoAllievo ufficiale

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Paolo
Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: autunno 1943 - maggio 1944
Tipo di reparto: Formazione
Nome del reparto: Formazione partigiana della Valtellina
Seconda formazione nella Resistenza: maggio 1944 - 20/8/1944
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Fratelli Roselli 55ª, della 2ª Div. Garibaldi Lombardia
Grado conseguito: Commissario politico
Condizione al momento della morte: Combattente
Descrizione della circostanza della morte: Il 20 agosto 1944 Giampaolo Grosso guida i suoi uomini all'attacco di un presidio tedesco alle centrali elettriche di Regoledo di Cosio. Disarmato il nemico, viene ucciso nello scontro a fuoco con i rinforzi sopraggiunti nel frattempo.

BIBLIOGRAFIA

  • Mario Avagliano (a cura di) Generazione ribelle. Diari e lettere dal 1943 al 1945, Torino, Giulio Einaudi Editore, 2006, pp. 52-54 e 416

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a fidanzata, scritta in data 17-06-1944
Stato del documento: copia

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 9 fasc. 23


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI