Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Andrea Lorenzetti (Giordano De Andreis)



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Andrea Lorenzetti Di anni 38. Nato ad Ancona nel 1907, completa gli studi di ragioneria nel capoluogo marchigiano e a 16 anni trova impiego in una banca della città. Trasferitosi a Milano, viene assunto prima dal Crédit Commercial de France e poi, nel 1934, dallo studio di Antono Foglia, presso il quale inizia ad occuparsi di borsa, fino a diventare procuratore nel 1937. Nell’autunno 1942 entra in contatto con il movimento socialista e partecipa alle riunioni per rifondare il PSI. All’inizio del 1944 entra nella segreteria del partito per l’Alta Italia ed è nominato responsabile della redazione e della diffusione clandestina de "L’Avanti!". Nel marzo dello stesso anno è tra gli organizzatori degli scioperi che paralizzano la produzione industriale delle fabbriche milanesi per un’intera settimana. Pochi giorni dopo la fine dell’agitazione, il 10 marzo 1944, Lorenzetti viene arrestato e tradotto nel carcere di San Vittore, dove resta in isolamento fino al 27 aprile 1944. Deportato al campo di concentramento di Fossoli, il 21 luglio è trasferito al lager di Bolzano. Ai primi di agosto (presumibilmente il 5, con il trasporto n. 73) è inviato al lager di Mauthausen. Smistato al sottocampo di Gusen III, vi rimane fino alla liberazione, che avviene il 5 maggio 1945. Provato fisicamente dalle difficili condizioni di prigionia, viene ricoverato in ospedale. Qui si spegne dieci giorni dopo, il 15 maggio 1945.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 38 anni
Genere Maschio
Stato civileConiugato
Data di nascita 1907
Luogo di nascita Ancona
Residenza Milano

Data di morte: 15/5/1945
Nazione di morte: Austria
Luogo di morte: Ospedale di Gusen
Comune di morte: Gusen
Provincia di morte:

Titolo di studioLicenza media superiore. Diploma di ragioneria
Categoria professionaleCulto, professioni e arti liberali
Professione Procuratore Assunto presso lo studio di Antono Foglia. In precedenza lavora presso il Crédit Commercial de France, a Milano.

Appartenenza politicaSocialista

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Giordano De Andreis
Tipologia del condannato:Partigiano e deportato
Motivo della deportazione: Attività antifascista
Luogo della deportazione: Campo di concentramento di Fossoli, poi lager di Bolzano, infine lager di Mauthausen-Gusen III
Data della deportazione: 27/4/1944
Condizione al momento della morte: Deportato
Descrizione della circostanza della morte: Arrestato il 10 marzo 1944 e trasferito al campo di concentramento di Fossoli il 27 aprile dello stesso anno. Dopo una breve permanenza al lager di Bolzano, è deportato a Mauthausen (in Austria) e smistato al sottocampo di Gusen III. Sopravvive fino alla liberazione del lager, che avviene il 5 maggio 1945, ed è ricoverato all'ospedale di Gusen, dove però si spegne 10 giorni dopo - il 15 maggio 1945 - per le conseguenze della prigionia.

BIBLIOGRAFIA

  • Andrea Lorenzetti - Guido Lorenzetti Prigioniero dei nazisti, libero sempre: lettere da San Vittore e da Fossoli, marzo-luglio 1944, Milano, Mimesis, 2014

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a suoi cari, scritta in data 15-05-1945
Località di stesura: Gusen
Stato del documento: autografo


La lettera è conservata presso: Carte private di Guido Lorenzetti,

Note al documento:
La lettera è stata scritta da Aldo Ravelli sotto dettatura di Andrea Lorenzetti, che la firma poco prima di morire.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI