Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Andrea Lorenzetti (Giordano De Andreis)



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Andrea Lorenzetti Di anni 38. Nato ad Ancona nel 1907, completa gli studi di ragioneria nel capoluogo marchigiano e a 16 anni trova impiego in una banca della città. Trasferitosi a Milano, viene assunto prima dal Crédit Commercial de France e poi, nel 1934, dallo studio di Antono Foglia, presso il quale inizia ad occuparsi di borsa, fino a diventare procuratore nel 1937. Nell’autunno 1942 entra in contatto con il movimento socialista e partecipa alle riunioni per rifondare il PSI. All’inizio del 1944 entra nella segreteria del partito per l’Alta Italia ed è nominato responsabile della redazione e della diffusione clandestina de "L’Avanti!". Nel marzo dello stesso anno è tra gli organizzatori degli scioperi che paralizzano la produzione industriale delle fabbriche milanesi per un’intera settimana. Pochi giorni dopo la fine dell’agitazione, il 10 marzo 1944, Lorenzetti viene arrestato e tradotto nel carcere di San Vittore, dove resta in isolamento fino al 27 aprile 1944. Deportato al campo di concentramento di Fossoli, il 21 luglio è trasferito al lager di Bolzano. Ai primi di agosto (presumibilmente il 5, con il trasporto n. 73) è inviato al lager di Mauthausen. Smistato al sottocampo di Gusen III, vi rimane fino alla liberazione, che avviene il 5 maggio 1945. Provato fisicamente dalle difficili condizioni di prigionia, viene ricoverato in ospedale. Qui si spegne dieci giorni dopo, il 15 maggio 1945.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 38 anni
Genere Maschio
Stato civileConiugato
Data di nascita 1907
Luogo di nascita Ancona
Residenza Milano

Data di morte: 15/5/1945
Nazione di morte: Austria
Luogo di morte: Ospedale di Gusen
Comune di morte: Gusen
Provincia di morte:

Titolo di studioLicenza media superiore. Diploma di ragioneria
Categoria professionaleCulto, professioni e arti liberali
Professione Procuratore Assunto presso lo studio di Antono Foglia. In precedenza lavora presso il Crédit Commercial de France, a Milano.

Appartenenza politicaSocialista

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Giordano De Andreis
Tipologia del condannato:Partigiano e deportato
Motivo della deportazione: Attività antifascista
Luogo della deportazione: Campo di concentramento di Fossoli, poi lager di Bolzano, infine lager di Mauthausen-Gusen III
Data della deportazione: 27/4/1944
Condizione al momento della morte: Deportato
Descrizione della circostanza della morte: Arrestato il 10 marzo 1944 e trasferito al campo di concentramento di Fossoli il 27 aprile dello stesso anno. Dopo una breve permanenza al lager di Bolzano, è deportato a Mauthausen (in Austria) e smistato al sottocampo di Gusen III. Sopravvive fino alla liberazione del lager, che avviene il 5 maggio 1945, ed è ricoverato all'ospedale di Gusen, dove però si spegne 10 giorni dopo - il 15 maggio 1945 - per le conseguenze della prigionia.

BIBLIOGRAFIA

  • Andrea Lorenzetti - Guido Lorenzetti Prigioniero dei nazisti, libero sempre: lettere da San Vittore e da Fossoli, marzo-luglio 1944, Milano, Mimesis, 2014

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a suoi cari, scritta in data 15-05-1945
Località di stesura: Gusen
Stato del documento: autografo


La lettera è conservata presso: Carte private di Guido Lorenzetti,

Note al documento:
La lettera è stata scritta da Aldo Ravelli sotto dettatura di Andrea Lorenzetti, che la firma poco prima di morire.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI

Nessuna informazione reperibile in altre banche dati. Segnala eventuali ulteriori informazioni