Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Loris Tallia Galoppo



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Loris Tallia Galoppo. Di anni 20. Nato il 12 settembre 1923 a Strona Biellese (BI) ed ivi residente. Di professione geometra. Dopo l’armistizio entra in contatto con il movimento di liberazione e si aggrega alla Divisione autonoma "Adolfo Serafino", assumendo la gestione logistica della Compagnia Genio. Promosso sergente maggiore, prende parte a numerosi scontri a fuoco. L’11 agosto 1944, durante un rastrellamento operato da truppe tedesche e reparti della Divisione Monterosa, viene catturato nella zona di Sestrière (TO) assieme ad altri 8 commilitoni. Trasferito a Perosa Argentina (TO), dove confluiscono molti altri partigiani rastrellati nel corso della medesima azione, Tallia Galoppo vi rimane per 3 giorni, nei quali è costretto a subire interrogatori e torture. Condotto a Villar Perosa (TO) il 14 agosto, viene impiccato nella piazza principale del paese assieme ai compagni di detenzione Alexandre Laggiard e Tibaldo Niero.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 20 anni
Genere Maschio
Data di nascita 12/9/1923
Luogo di nascita Strona Biellese
Provincia di nascita Biella
Residenza Strona Biellese

Data di morte: 14/8/1944
Luogo di morte: Piazza principale di Villar Perosa
Comune di morte: Villar Perosa
Provincia di morte: Torino
Regione di morte:Piemonte

Titolo di studioLicenza media superiore
Categoria professionaleCulto, professioni e arti liberali
Professione Geometra

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: luglio 1944 - 14/8/1944
Tipo di reparto: Divisione
Nome del reparto: Divisione Adolfo Serafino
Grado conseguito: Sergente maggiore, addetto ai servizi logistici
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Decisione di un comando militare
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: L'11 agosto 1944 è catturato nelle vicinanze di Sestrière, in un rastrellamento condotto da truppe naziste e dalla Divisione alpina Monterosa. Per tre giorni è interrogato e torturato a Perosa Argentina. Il 14 agosto 1944 è trasportato a Villar Perosa ed impiccato nella piazza principale del paese. Con lui ci sono Alexandre Laggiard e Tibaldo Niero.
Causa della morte: Impiccagione
Modalità dell'esecuzione Alle ore 20,50 del 14 agosto 1944 Alexandre (Alessandro) Laggiard, Tibaldo Niero e Loris Tallia Galoppo vengono impiccati nella piazza di Villar Perosa, senza essere stati sottoposti ad alcun processo.
Collegamenti:Eccidio di Piazza principale di Villar Perosa, comune di Villar Perosa (Torino). 14/8/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere: Alexandre Laggiard | Tibaldo Niero |

BIBLIOGRAFIA

  • Lettera di un condannato a morte in "La Fiaccola ardente. Per i martiri del 2° Risorgimento" A. IX, n. 8, Torino, agosto 1954, p. 1
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, p. 301

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a i suoi cari, scritta in data 14-08-1944
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: copia digitale

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 13


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI