Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Franca Lanzone



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile Di anni 25. Nata il 28 settembre 1919 a Savona ed ivi residente. Coniugata. Casalinga. Dopo l’armistizio, nell’ottobre 1943, si unisce ai partigiani della Brigata SAP Colombo, operante in città ed inquadrata nella Divisione Gramsci. Per circa un anno svolge il ruolo di informatrice nonché quello di collegamento con le formazioni dislocate in montagna, alle quali spesso porta anche i rifornimenti. Il 21 ottobre 1944 è sorpresa dalle Brigate Nere mentre si trova nella propria abitazione. Immediatamente arrestata, viene imprigionata nella sede della Federazione fascista di Savona fino al 1º novembre, quando è condotta alla fortezza ex Priamar e fucilata nel fossato del castello assieme Comotto Luigina, Garelli Paola, Baldassare Giuseppe, Cassano Pietro e Peluffo Stefano (tutti detenuti con l’accusa di appartenenza a banda partigiana).

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 25 anni
Genere Femmina
Stato civileConiugata
Data di nascita 28/9/1919
Luogo di nascita Savona

Data di morte: 1/11/1944
Luogo di morte: Fortezza ex-Priamar . C'è memoria epigrafica
Comune di morte: Savona
Regione di morte:Liguria

Categoria professionaleCondizioni non professionali
Professione Casalinga

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: 1/10/1943 - 1/11/1944
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Colombo, Divisione Gramsci
Grado conseguito: Informatrice e collegamento
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Decisione di un comando militare
Tipo di esecuzione: Fascista
Circostanza della morte: Strage
Descrizione della circostanza della morte: Arrestata dalle Brigate Nere il 21 ottobre 1944 mentre si trova nella sua abitazione, Franca Lanzone viene trattenuta nella sede della Federazione fascista di Savona. Il 1° novembre è condotta alla fortezza cittadina ex Priamar e fucilata nel fossato, assieme ad altri 5 prigionieri.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Il 1° novembre 1944, Comotto Luigina, Garelli Paola, Lanzone Franca, Baldassare Giuseppe, Cassano Pietro e Peluffo Stefano, detenuti a Savona per attività partigiana, vengono condotti all’interno delle mura della Fortezza ex Priamar e fucilati senza processo nel fossato del castello, per mano di un plotone d’esecuzione fascista.
Collegamenti:Strage di Fortezza ex-Priamar, comune di Savona (Savona). 1/11/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere: Paola Garelli | Stefano Peluffo |

BIBLIOGRAFIA

  • Le radici e le ali: 1943/45-1993/95: memoria e storia nelle celebrazioni del cinquantennale della Resistenza e della Guerra di liberazione, Roma, 1996, p. 370
  • Franco Gimelli - Paolo Battifora (a cura di) Dizionario della Resistenza in Liguria, Genova, De Ferrari, 2008 , p. 199
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, p. 162

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Mario,
Località di stesura: Savona
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 6 fasc. 12


» Leggi
Lettera a Madre,
Località di stesura: Savona
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 6 fasc. 12


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI