Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Giovanni Mambrini



PRESENTAZIONE

L’immagine riproduce un medaglione di Giovanni Mambrini ed è tratta da Arnaldo Ballotta (a cura di), Per sentire il profondo silenzio del loro messaggio ..., Edizioni A.N.P.I. sezione di Castelfranco Emilia e Pavullo nel Frignano, 1994, p. 29. Di anni 21, panettiere, celibe. Nato il 7 agosto 1922 a Castell’Arquato (Piacenza) e residente a San Giovanni Contignaco (Parma). Stava prestando servizio militare come soldato nel 53º Reggimento, Divisione "Sforzesca", a Trieste quando l’8 settembre 1943 fu dato l’annuncio dell’armistizio. Dopo essere riuscito a raggiungere la propria casa, si collegò da subito con le formazioni partigiane parmensi, ancora in fase di costituzione. Il 5 aprile 1944 fu sorpreso mentre circolava durante l’orario del coprifuoco a San Giovanni Contignaco. Datosi alla fuga all’orine di fermarsi, fu arrestato dopo essere stato ferito a una gamba. Fu dapprima rinchiuso nelle carceri di San Francesco a Parma e poi trasferito al Penitenziario di Castelfranco Emilia (Modena). Il 19 aprile fu processato per diserzione, favoreggiamento ai partigiani e inosservanza del coprifuoco dal Tribunale straordinario speciale militare. Il giorno successivo, insieme a Oscar Porta, Luigi Ralli ed altri, fu fucilato nel recinto del penitenziario ad opera di un plotone di militi della GNR.

Autore della presentazione: Enrica Cavina

DATI ANAGRAFICI

Età 21 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 7/8/1922
Luogo di nascita Castell'Arquato
Provincia di nascita Piacenza
Residenza San Giovanni Contignaco (PR)

Data di morte: 20/4/1944
Luogo di morte: Recinto del penitenziario di Castelfranco Emilia
Comune di morte: Castelfranco Emilia
Provincia di morte: Modena
Regione di morte:Emilia Romagna

Categoria professionaleEsercito, marina, aereonautica e altri corpi armati dello stato e di enti pubblici (esclusi gli ufficiali)
Professione Soldato
Appartenenza alle Forze armateEsercito
Reparto tiburio 53° Reggimento, Divisione
Gradosoldato
Località di servizioTrieste

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano
Tipo di reparto: Formazione
Nome del reparto: Formazione partigiana parmense
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale straordinario militare
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: Sorpreso in circolazione dopo il coprifuoco, il 5 aprile 1944, fu arrestato a San Giovanni Contignaco da uomini delle BN, tedeschi e carabinieri. Incarcerato nelle prigioni di San Francesco di Parma, trasferito a Castelfranco Emilia, fu processato il 19 aprile 1944.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Accusato di diserzione, appoggio ai partigiani e inosservanza del coprifuoco, fu condannato a morte con altri giovani e fucilato il giorno dopo da un plotone di militi della GNR nel recinto del penitenziario di Castelfranco Emilia.

BIBLIOGRAFIA

  • Le radici e le ali: 1943/45-1993/95: memoria e storia nelle celebrazioni del cinquantennale della Resistenza e della Guerra di liberazione, Roma, 1996, p. 392
  • Arnaldo Ballotta (a cura di) Per sentire il profondo silenzio del loro messaggio ..., Edizioni A.N.P.I. sezione di Castelfranco Emilia e Pavullo nel Frignano, 1994, pp. 29-30.
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, pp. 174-175.
  • Ilva Vaccari Dalla parte della libertà. I caduti modenesi nel periodo della Resistenza entro e fuori i confini della provincia. Forestieri e stranieri caduti in territorio modenese, s.l., Coop Estense, 1999, p. 290.
  • COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

    » Leggi
    Lettera a famigliare, scritta in data 00-04-1944
    Località di stesura: carcere di Parma
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: fotocopia cartacea

    La lettera è conservata presso:
    Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma - Parma

    Indirizzo web:
    http://biblioteche.comune.parma.it/BibParma/iperloc/resistenza.htm

    Collocazione archivistica:
    BUSTA 2 MI (miscellanea) 4 LE, fasc. MI-LE doc. 20, lettere


    » Leggi
    Lettera a madre, scritta in data 00-04-1944
    Località di stesura: carcere di Parma
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: fotocopia cartacea

    La lettera è conservata presso:
    Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma - Parma

    Indirizzo web:
    http://biblioteche.comune.parma.it/BibParma/iperloc/resistenza.htm

    Collocazione archivistica:
    BUSTA 2 MI (miscellanea) 4 LE, fasc. MI-LE doc. 20, lettere


    » Leggi
    Lettera a madre, scritta in data 19-04-1944
    Località di stesura: carcere di Parma
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: fotocopia cartacea

    La lettera è conservata presso:
    Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma - Parma

    Indirizzo web:
    http://biblioteche.comune.parma.it/BibParma/iperloc/resistenza.htm

    Collocazione archivistica:
    BUSTA 2 MI (miscellanea) 4 LE, fasc. MI-LE doc. 20, lettere


    » Leggi
    Lettera a amici di Scaccia, scritta in data 19-04-1944
    Località di stesura: carcere di Parma
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea


    INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI