70 anni fa: eccidio di Villa Pisani, a Strà (VE)

29/4/1945: eccidio di Villa Pisani, comune di Strà (Venezia).
Giuseppe Caron e il dottor Camillotti sono arrestati a Legnaro dalle SS, il 27 aprile 1945. In un primo momento i nazisti decidono di fucilarli davanti alla chiesa, nella piazza del paese. La ferma opposizione del parroco fa slittare l’esecuzione, che avviene ugualmente due giorni dopo, a Villa Pisani. Un terzo partigiano catturato assieme a loro riesce a darsi alla fuga durante il trasferimento a Strà.

Visualizzazione ingrandita della mappa

Condannati appartenenti a questo gruppo:

70 anni fa: eccidio di Saiano, a Rodengo Saiano (BS)

27/4/1945: eccidio di Saiano, comune di Rodengo Saiano (Brescia).
All’alba del 27 aprile 1945, mentre le formazioni partigiane del bresciano lottano e scacciano le truppe tedesche, Giuseppe Caravello, Giovanni Ceretti, Pino Malvezzi e Giovan Battista Vighenzi vengono fucilati sommariamente a Saiano.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Condannati appartenenti a questo gruppo:

70 anni fa: strage al cimitero Vecchio (detto Gessi) di Cuneo

25/4/1945: strage al cimitero Vecchio (detto Gessi) di Cuneo
Alle prime ore del mattino del 25 aprile 1945 Eligio Botti, Rocco Bracciale, Virgilio Cornaglia, Attilio Martinetto e Renato Tomatis, vengono fucilati al Cimitero Vecchio di Cuneo (detto anche Cimitero Gessi) da un plotone di Brigate Nere.

Visualizzazione ingrandita della mappa

Condannati appartenenti a questo gruppo:

70 anni fa: strage al cimitero di Reggiolo (RE)

14/4/1945: strage al cimitero di Reggiolo (Reggio-Emilia).
Catturati il 12 aprile 1945 in seguito a un rastrellamento, sottoposti a interrogatori e torture, Celestino Iotti, Enzo Dalai, Claudio Franchi, Lino Soragna, Jules Federico Tagliavini, Walter Compagnoni e Balilla Nodolini furono fucilati presso il muro di cinta del cimitero di Reggiolo da un plotone di BN.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Condannati appartenenti a questo gruppo:

70 anni fa: eccidio di Cimitero di Mu, a Edolo (BS)

11/4/1945: eccidio di Cimitero di Mu, comune di Edolo (Brescia).
Alle ore 8 dell’11 aprile 1945 Gregorio Canti, Vittorio Negri, Giovanni Scilini e Giovanni Venturini (tutti partigiani delle Fiamme Verdi) vengono fucilati dai fascisti contro il muro di cinta del cimitero di Mu, frazione di Edolo (BS).


Visualizzazione ingrandita della mappa

Condannati appartenenti a questo gruppo: