Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Antonio Gori



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile Di anni 26, custode del macello di Civitella di Romagna. Nato a Teodorano (Forlì-Cesena) il 22 dicembre 1918, residente a Civitella di Romagna, primo di cinque figli, celibe, è stato riconosciuto partigiano dell’8ª Brigata Garibaldi «Romagna» con ciclo operativo dal 15 settembre 1943 al 2 settembre 1944. Subito dopo l’8 settembre 1943 entrò nella Resistenza come staffetta di brigata. Successivamente passò al servizio informazioni nel quale operò fino a quando il 21 agosto fu arrestato dai fascisti locali e tradotto alle carceri di Forlì. La notte dell’8 settembre 1944 un tedesco venne ucciso in frazione San Tomè dove nei giorni precedenti si erano già verificate ripetute interruzioni delle linee telefoniche per arginare le quali i tedeschi avevano impartito a sessanta contadini l’ordine di vigilare. Scoperta l’uccisione del soldato, la mattina seguente i tedeschi arrestarono tredici contadini. Nel pomeriggio fu poi eseguito un nuovo rastrellamento e furono portate sulla strada di San Tomè circa duecento persone. Lo scopo era quello di farle assistere alla rappresaglia. Lo stesso pomeriggio, infatti, Gori e altri 5 prigionieri (Michele Mosconi, Celso Foietta, Antonio Zaccarelli, Emilio Zamorani e Massimo Zamorani) erano stati prelevati e condotti, con un autocarro scortato da militi della brigata nera, sino al luogo dell’attentato dove furono impiccati sotto gli occhi dei civili rastrellati.

Autore della presentazione: Enrica Cavina

DATI ANAGRAFICI

Età 25 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 22/12/1918
Luogo di nascita Teodorano
Provincia di nascita Forli'-Cesena
Residenza Civitella di Romagna

Data di morte: 9/9/1944
Luogo di morte: Frazione di San Tomè
Comune di morte: Forlì
Provincia di morte: Forlì'-Cesena
Regione di morte:Emilia Romagna

Categoria professionalePersone di servizio e di fatica
Professione Custode Custode del macello di Civitella di Romagna.

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: 15/9/1943 - 2/9/1944
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Garibaldi Romagna 8ª
Grado conseguito: Staffetta
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Le informazioni in nostro possesso non ci permettono di stabilire se si trattò di un'esecuzione sommaria oppure se sia stato istituito un Tribunale straordinario militare di guerra. Secondo la ricostruzione dei fatti la rappresaglia fu eseguita poche ore dopo la scoperta dell'uccisione del soldato tedesco.
Esecuzione:Nazifascista
Circostanza della morte: Strage
Descrizione della circostanza della morte: Arrestato il 21 agosto 1944 da fascisti locali, fu tradotto alle carceri di Forlì da dove fu prelevato il 9 settembre insieme ad altri cinque prigionieri per una rappresaglia.
Causa della morte: Impiccagione
Modalità dell'esecuzione Il 9 settembre 1944, per rappresaglia contro l’uccisione di un soldato tedesco avvenuta la notte prima in frazione San Tomè (Forlì), furono prelevati dal carcere sei prigionieri politici (Michele Mosconi, Celso Foietta, Antonio Gori detto Natale, Antonio Zaccarelli, Emilio Zamorani e Massimo Zamorani). Condotti sul luogo dell’attentato, furono impiccati sotto gli occhi di circa duecento civili rastrellati per presenziare all’esecuzione.
Collegamenti:Strage di frazione di San Tomè, comune di Forlì (Forli-Cesena). 9/9/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere:

BIBLIOGRAFIA

  • Sergio Flamigni - Luciano Marzocchi Resistenza in Romagna : antifascismo, partigiani e popolo in provincia di Forli, Milano, La pietra, 1969, p. 238.
  • Antonio Mambelli Diario degli avvenimenti in Forlì e Romagna dal 1939 al 1945, Mandria-Bari-Roma, Lacaita, 2003, pp. 879-880 e p. 1493.

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a madre e fratelli, scritta in data 09-09-1944
Località di stesura: carceri di Forlì
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena - Forli

Indirizzo web:
http://www.criad.unibo.it/isr-forlicesena/

Collocazione archivistica:
Fondo Antonio Mambelli, Diario degli avvenimenti di Forlì e in parte di Romagna dal 1939 al 1945, diario dattiloscritto


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI