Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Gian Natale Suglia Passeri (Giulio Notari)



PRESENTAZIONE

La foto, scattata nel marzo del 1944, ritrae Gian Natale Suglia Passeri. Una copia identica era allegata al documento con le false generalità di "Giulio Notari", che Suglia Passeri utilizzò durante la guerra di liberazione.
Di anni 20. Nato il 15 dicembre 1923 a Milano ed ivi residente. Iscritto al Collegio San Carlo, vi frequenta le elementari e il ginnasio, ma consegue la maturità classica presso il Collegio Rotondi di Gorla Minore (VA). Intenzionato in un primo momento ad entrare nell’esercito italiano, dopo l’armistizio rifiuta di aderire alla R.S.I. (Repubblica sociale italiana) e, assunta l’identità fasulla di "Giulio Notari", si collega alla rete clandestina del Partito liberale. Attivo nella propaganda e nel recupero di viveri per le formazioni partigiane di montagna, si impegna anche a procurare documenti falsi per i perseguitati politici intenzionati ad espatriare. Nel dicembre 1943 tenta di raggiungere Bari per unirsi all’esercito italiano, ma non ha successo. Rientrato a Milano, dal marzo 1944 collabora con l’avvocato Luciano Elmo (esponente di spicco del Partito), assumendo maggiori responsabilità a livello organizzativo. Il 31 luglio 1944, informati da un delatore, alcuni elementi della Polizia speciale irrompono nello studio dell’avvocato, arrestando tutti coloro che si trovano all’interno. Suglia Passeri è tra costoro. Incarcerato nel penitenziario di San Vittore, viene deportato al lager di Bolzano nella notte tra il 17 e il 18 agosto. Il 5 settembre è inviato al lager di Flossenburg, in Baviera. Trasferito al sottocampo di Hersbruck il 10 ottobre, vi si spegne quasi due mesi dopo, il 2 dicembre 1944.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 20 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 15/12/1923
Luogo di nascita Milano
Residenza Milano

Data di morte: 2/12/1944
Luogo di morte: Sottocampo di Hersbruck

Titolo di studioLicenza media superiore. Maturità classica conseguita al Collegio Rotondi di Gorla Minore (VA)

Appartenenza politicaLiberale

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Giulio Notari
Tipologia del condannato:Partigiano e deportato
Motivo della deportazione: Attività antifascista e sovversiva
Luogo della deportazione: Lager di Bolzano, poi Lager di Flossenburg, infine sottocampor di Hersbruck
Condizione al momento della morte: Deportato
Descrizione della circostanza della morte: Arrestato dalle SS il 31 luglio 1944 mentre si trova a Milano, nello studio dell'avvocato Luciano Elmo (esponente del Partito liberale italiano), Gian Natale Suglia Passeri è incarcerato nel penitenziario di San Vittore. Deportato al lager di Bolzano la notte tra il 17 e il 18 agosto, il 5 settembre è inviato al lager di Flossenburg, in Baviera. Trasferito al sottocampo di Hersbruck il 10 ottobre, vi si spegne quasi due mesi dopo, all'inizio d dicembre del 1944.

BIBLIOGRAFIA

  • I nostri martiri. Gian Natale Suglia Passeri in "Il Cavour", Torino, 2 dicembre 1945
  • Virginia Minoletti Quarello Via privata Siracusa, 1946, pp. 123, 124, 126, 239, 251
  • Antonio Scollo I campi della demenza, Milano, Vangelista, 1975, p. 28
  • Dario Venegoni Uomini, donne e bambini nel lager di Bolzano, Milano, Fondazione Memoria della Deportazione, 2004, p. 359

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a famigliari, scritta in data 04-09-1944
Località di stesura: Lager di Bolzano
Stato del documento: copia

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://parri-milano.italia-liberazione.it

Collocazione archivistica:
Fondo Corpo volontari della libertà, b. 169, fasc. 555

Collocazione bibliografica:
I nostri martiri. Gian Natale Suglia Passeri in "Il Cavour", Torino, 2 dicembre 1945

Note al documento:
Le indicazioni su data e luogo di scrittura della lettera provengono dall'articolo "I nostri martiri. Gian Natale Suglia Passeri", pubblicato ne "Il Cavour" del 2 dicembre 1945 e sono confermate dai documenti conservati presso l'Archivio Insmli nel fondo Corpo volontari della libertà (b. 169, fasc. 555).

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI

Gian Natale Suglia Passeri, (Giulio Notari) in Istoreto - Istituto piemontese per la Storia della Resistenza, Torino