Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Antonio Fabbri



PRESENTAZIONE

L’immagine riproduce il primo piano di Antonio Fabbri. Di anni 33, bracciante. Nato a Tredozio (Forlì-Cesena) nel 1910, continuò a risiedervi insieme alla famiglia fino alla morte. Nei giorni successivi all’8 settembre 1943, in provincia di Forlì, il comando germanico pubblicò una serie di avvisi in cui si minacciavano pesanti ritorsioni contro chi non si fosse presentato alla leva e chi avesse sottratto illecitamente prodotti soggetti all’ammasso. Già il 14 settembre era stata stabilita la fucilazione per chi fosse stato trovato in possesso di armi e, a partire dal 26 settembre, per chi avesse appoggiato «banditi» e fornito informazioni al nemico. Secondo al relazione del questore di Forlì relativa alla situazione politica del mese di settembre, la sera del 22 Antonio Fabbri si sarebbe reso «responsabile di ribellione e di lancio di due bombe a mano, rimaste inesplose, contro i Carabinieri». Immediatamente denunciato dal maresciallo di Tredozio al Comando tedesco del capoluogo perché in possesso di armi, fu tradotto alle carceri della città. Giudicato dal Tribunale di guerra tedesco, la sentenza di morte fu emessa il 24 settembre. Il mattino successivo fu prelevato dalle carceri da agenti di P.S. e portato nel recinto delle Casermette dove lo attendeva il plotone d’esecuzione composto da carabinieri. Secondo le testimonianze dell’epoca Fabbri chiese un’ultima sigaretta, rifiutò sedia e benda e si fece fucilare a dorso scoperto. All’esecuzione erano presenti il cappellano, il prefetto, il questore, il federale fascista, il colonnello dei carabinieri, il comandante della milizia e il procuratore. Fabbri è ricordato come il primo caduto della Resistenza di Forlì. La precedente esecuzione capitale era avvenuta in questa città, durante il dominio papale, il 25 giugno 1852.

Autore della presentazione: Enrica Cavina

DATI ANAGRAFICI

Età 33 anni
Genere Maschio
Data di nascita 1910
Luogo di nascita Tredozio
Provincia di nascita Forli'-Cesena
Residenza Tredozio

Data di morte: 25/9/1943
Luogo di morte: Recinto delle casermette
Comune di morte: Tredozio
Provincia di morte: Forli'-Cesena
Regione di morte:Emilia Romagna

Categoria professionaleAgricoltori di ogni specie
Professione Bracciante

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Patriota
Condizione al momento della morte: Civile
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale di guerra tedesco - Sentenza emessa in data 24/9/1943.
Esecuzione:Nazifascista
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: Catturato il 22 settembre 1943 per aver aggredito i carabinieri di Tredozio, fu giudicato e condannato a morte dal tribunale di guerra tedesco riunitosi il 24 settembre presso la prefettura di Forlì.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Il giorno dell'esecuzione Antonio Fabbri fu prelevato dalle carceri da un gruppo di agenti di Pubblica Sicurezza e condotto nel recinto delle casermette dove lo attendeva un plotone d'esecuzione costituito da carabinieri. Dopo aver chiesto di fumare e aver rifiutato la tradizionale sedia e benda, Fabbri si scoprì il dorso e invitò i membri del plotone a mirare bene. Fu ucciso da una scarica di fucileria.

BIBLIOGRAFIA

  • La provincia di Forlì nella Resistenza e nella guerra di Liberazione. Immagini e documenti, Forlì, Istituto storico della Resistenza, 1979, p. 35.
  • Sergio Flamigni - Luciano Marzocchi Resistenza in Romagna : antifascismo, partigiani e popolo in provincia di Forli, Milano, La pietra, 1969, pp. 109-110.

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a madre, scritta in data 24-09-1943
Località di stesura: carceri di Forlì
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena - Forli

Indirizzo web:
http://www.criad.unibo.it/isr-forlicesena/

Collocazione archivistica:
fondo 8a Brigata Garibaldi, fasc. Antonio Fabbri

Collocazione bibliografica:
Sergio Flamigni - Luciano Marzocchi Resistenza in Romagna : antifascismo, partigiani e popolo in provincia di Forli, Milano, La pietra, 1969, pp. 109-110.


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI