Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Erminia Morello



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile Di anni 59. Nata nel febbraio del 1885 a Casale Monferrato (AL) ed ivi residente. Sposata. Arrestata il 15 febbraio 1944 da agenti della pubblica sicurezza mentre si trova nella propria abitazione, viene dapprima incarcerata a Casale, quindi trasferita al campo di concentramento di Fossoli dopo pochi giorni. Inviata ad Auschwitz il 22 febbraio (a bordo del medesimo convoglio di Primo Levi), giunge al lager il 26. Superata la selezione per il lavoro forzato, si spegne il 30 giugno 1944, a causa degli stenti patiti durante la prigionia.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 59 anni
Genere Femmina
Stato civileConiugata
Data di nascita 29/2/1885
Luogo di nascita Casale Monferrato
Provincia di nascita Alessandria
Residenza Casale Monferrato (AL)

Data di morte: 30/6/1944
Nazione di morte: Polonia
Luogo di morte: Lager di Auschwitz


ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Deportato
Motivo della deportazione: Razziale
Luogo della deportazione: Campo di concentramento di Fossoli, poi Lager di Auschwitz
Condizione al momento della morte: Deportato
Descrizione della circostanza della morte: Arrestata il 15 febbraio 1944 da agenti della pubblica sicurezza mentre si trova nella propria abitazione, Erminia Morello è dapprima incarcerata a Casale Monferrato (AL), quindi trasferita al campo di concentramento di Fossoli dopo pochi giorni. Inviata ad Auschwitz il 22 febbraio, giunge al lager il 26. Superata la selezione per il lavoro forzato, si spegne il 30 giugno 1944, a causa degli stenti patiti durante la prigionia.

BIBLIOGRAFIA

  • Mimmo Franzinelli (a cura di) Ultime lettere dei condannati a morte e di deportati della Resistenza. 1943-1945, Milano, Mondadori, 2005, pp. 309-310
  • Liliana Picciotto Fargion Il libro della memoria. Gli Ebrei deportati dall’Italia (1943-1945), Milano, Mursia, 1991 (nuova ed. 2002), p. 427
  • Liliana Picciotto Fargion Ultime lettere di ebrei deportati dall’Italia in "Italia 1939-1945. Storia e memoria (a cura di Anna Lisa Carlotti)", Milano, Vita e pensiero, 1996, pp. 466-467

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Madre, scritta in data 00-02-1944
Località di stesura: Stazione di Piacenza
Stato del documento: copia


La lettera è conservata presso: Cdec - Archivio della Fondazione del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano, via Eupili, 8 - Milano
Tel.: 02-316338; 02-316092 - FAX: 02-33602728
e-mail: cdec@cdec.it
web: http://www.cdec.it

Note al documento:
La lettera è stata scritta durante il viaggio di Erminia Morello da Casale Monferrato a Fossoli, avvenuto tra il 15 e il 22 febbraio, rispettivamente date della sua cattura e della sua partenza per Auschwitz. A pag. 310 del volume curato da Mimmo Franzinelli " Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 1943-1945" (Milano, Mondadori, 2005) è scritto che la lettera "si interrompe bruscamente alla quinta riga dell'ultimo foglio, come se un evento improvviso (la possibilità di consegnare urgentemente il biglietto a persona prestatasi all'inoltro?) avesse costretto Erminia Morello a lasciare incompiuta la frase."

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI