Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Renato Giusti (Baffino)



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Renato Giusti. Di anni 30. Nato il 17 novembre 1914 a Rignano sull’Arno (Firenze). Residente a Santo Stefano al Mare (Imperia). Sposato e padre di due figli. Di professione operaio, allo scoppio della guerra viene arruolato nel 10º Reggimento Lancieri Cavalleria, dislocato ad Arma di Taggia (IM). Dopo l’armistizio e l’occupazione tedesca, è costretto a lavorare negli stabilimenti di Porto Maurizio (IM) per conto della Todt. Collegatosi con i partigiani, fornisce loro documenti e lasciapassare fasulli, finché non viene scoperto dalle SS ed incarcerato ad Imperia. Liberato dai suoi compagni di lotta, il 18 luglio 1944 si unisce alla 4ª Brigata della 2ª Divisione d’assalto Garibaldi Liguria "Felice Cascione". Ferito nel corso di un rastrellamento il 21 gennaio 1945 mentre si trova nei pressi di Terzorio (IM), è catturato dalle Brigate Nere e condotto a Villa Dea di Santo Stefano al Mare, sede del Comando germanico. Interrogato e torturato a lungo, il 24 gennaio è trasferito al Comando germanico di Sanremo (a Villa Fiorentina). Quello stesso giorno scrive alla moglie l’ultimo messaggio, che il Capitano tedesco di Santo Stefano consegnerà alla donna alla fine del mese. La salma di Renato Giusti fu ritrovata qualche tempo dopo, insieme ad altre 4 irriconoscibili. Le circostanze e la data esatta della sua esecuzione rimangono tuttavia ancora ignote.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 30 anni
Genere Maschio
Stato civileConiugato
Data di nascita 17/11/1914
Luogo di nascita Rignano sull'Arno
Provincia di nascita Firenze
Residenza Santo Stefano al Mare (Imperia)

Data di morte: /1/1945
Luogo di morte: Sanremo
Comune di morte: Sanremo
Provincia di morte: Imperia
Regione di morte:Liguria

Categoria professionaleOperai
Professione Operaio
Appartenenza alle Forze armateEsercito
Arma Cavalleria
Reparto tiburio 10° Reggimento Lancieri
Località di servizioArma di Taggia (Imperia)

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Baffino
Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: luglio 1944 - gennaio 1945
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata 4ª, della 2ª Div. d’assalto Garibaldi Liguria Felice Cascione
Condizione al momento della morte: Combattente
Descrizione della circostanza della morte: Ferito nel corso di un rastrellamento il 21 gennaio 1945 mentre si trova nei pressi di Terzorio (IM), Renato Giusti è catturato dalle Brigate Nere e condotto a Villa Dea di Santo Stefano al Mare, sede del Comando tedesco. Interrogato e torturato a lungo, il 24 gennaio è trasferito al Comando di Sanremo (a Villa Fiorentina).
Modalità dell'esecuzione Condotto a Villa Fiorentina (sede del Comando germanico di Sanremo) il 24 gennaio 1945, Renato Giusti viene ucciso in circostanze tutt'ora ignote. La sua salma verrà ritrovata proprio a Sanremo (IM) qualche tempo dopo, assieme ad altre 4 irriconoscibili.

BIBLIOGRAFIA

  • Pieramadeo Baldrati (a cura di) San Marco... San Marco. Storia di una Divisione. vol. III, Milano, Associazione Divisione Fanteria di Marina San Marco, 1989, p. 1989
  • Mimmo Franzinelli (a cura di) Ultime lettere dei condannati a morte e di deportati della Resistenza. 1943-1945, Milano, Mondadori, 2005, pp. 153-154
  • Mimmo Franzinelli Ultime lettere. Scritti di fucilati e deportati della Resistenza in "Italia contemporanea" n. 237, Milano, Carocci editore, dicembre 2004
  • Carlo Rubaudo Storia della Resistenza Imperiese, Imperia, Dominici, 1992, p. 528

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Moglie Angiolina, scritta in data 24-01-1945
Località di stesura: Santo Stefano al Mare (IM)
Stato del documento: copia

La lettera è conservata presso:
Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea - Imperia

Indirizzo web:
http://www.isrecim.it/

Note al documento:
La trascrizione è contenuta in un documento dattiloscritto in data 30 novembre 1974 ed autografato da Pietro Giusti, primogenito di Renato.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI