Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Spartaco Belleri



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Spartaco Belleri con indosso una divisa da gioco. Di anni 25. Nato il 25 febbraio 1920 a Sarezzo (BS) ed ivi residente, in frazione Ponte di Zanano, con la moglie e il figlio. Di professione impiegato, svolge anche il lavoro di agricoltore. Arruolato nel corpo degli alpini, dopo l’armistizio si collega con le formazioni partigiane della Val Trompia, a cui fornisce materiale bellico e provviste. Nei mesi successivi prende parte a numerose azioni e incursioni, come quella allo stabilimento di armi della Beretta di Gardone Val Trompia, nella notte tra il 6 e il 7 ottobre. Il 7 novembre alcuni elementi della G.N.R. (Guardia nazionale repubblicana) irrompono nella sua abitazione e lo arrestano. Rinchiuso nelle carceri di Brescia a disposizione delle SS germaniche, il 14 novembre Belleri viene deportato nel campo di concentramento di Bolzano. Esattamente un mese dopo, il 14 dicembre, è trasferito al lager di Mauthausen, dove si spegne il 15 marzo 1945.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 25 anni
Genere Maschio
Stato civileConiugato
Data di nascita 25/2/1920
Luogo di nascita Sarezzo
Provincia di nascita Brescia
Residenza Ponte di Zanano (fraz. di Sarezzo, BS)

Data di morte: 15/3/1945
Nazione di morte: Austria
Luogo di morte: Lager di Mauthausen

Categoria professionaleUfficiali, impiegati pubblici e privati, pensionati
Professione Impiegato Oltre al lavoro di impiegato, svolge anche quello di agricoltore.
Appartenenza alle Forze armateEsercito
Arma Fanteria, corpo degli Alpini

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Deportato
Prima formazione nella Resistenza: settembre 1943 - 7/11/1944
Tipo di reparto: Formazione
Nome del reparto: Formazione partigiana in Val Trompia
Motivo della deportazione: attività partigiana
Luogo della deportazione: Lager di Bolzano e poi Lager di Mauthausen
Data della deportazione: 14/11/1944
Condizione al momento della morte: Deportato
Descrizione della circostanza della morte: Arrestato dalla Guardia nazionale repubblicana (G.N.R.) il 7 novembre 1944, mentre si trova nella propria abitazione, Belleri è immediatamente rinchiuso nelle carceri di Brescia, a disposizione delle SS germaniche. Deportato nel campo di concentramento di Bolzano il 14 novembre, un mese dopo è trasferito al lager di Mauthausen, dove muore il 15 marzo 1945.

BIBLIOGRAFIA

  • Rolando Anni Dizionario della Resistenza bresciana, Brescia, Morcellana, 2008, p. 46
  • Mimmo Franzinelli (a cura di) Ultime lettere dei condannati a morte e di deportati della Resistenza. 1943-1945, Milano, Mondadori, 2005, p. 243
  • Dario Morelli Scritti incontro alla morte (Z. Ballardini, S. Belleri, M. Bettinzoli, G. Cappellini, L. Ercoli, F. Franchi, E. Margheriti, F. Moretti, T. Olivelli, G. Pelosi, G. Perlasca, R. Petrini, E. Rinaldini, F. Rinaldini, G. Venturini, G.B. Vighenzi) in "La Resistenza bresciana" fascicolo 23, Brescia, Istituto Storico della Resistenza bresciana, 1992, pp. 20-21
  • Romolo Ragnoli I caduti per la Resistenza nelle valli Trompia e Sabbia in "La Resistenza bresciana" fascicolo 13, Brescia, Istituto Storico della Resistenza bresciana, 1982, p. 34
  • Dario Venegoni Uomini, donne e bambini nel lager di Bolzano, Milano, Fondazione Memoria della Deportazione, 2004, p. 73

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Moglie e ai genitori,
Località di stesura: Lager di Bolzano
Stato del documento: autografo


La lettera è conservata presso: Carte familiari Barbara Belleri, Sarezzo (BS)

Note al documento:
Fotocopia del documento è conservata presso l'Archivio storico della Resistenza bresciana e dell'età contemporanea (busta 54, fasc. 1 - vecchia segnatura: R.II.1). L'archivio Insmli ne conserva invece una copia digitale nel Fondo "Raccolta Franzinelli/Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 1943-1945" e una trascrizione a macchina nel Fondo Malvezzi Piero/Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 8 fasc. 15.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI

Nessuna informazione reperibile in altre banche dati. Segnala eventuali ulteriori informazioni