Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Paolo Salvi



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile «Nato a Brescia il 22 novembre 1891, tre volte campione olimpionico, combattente della Iª Guerra Mondiale in qualità di autiere, fu catturato, per attività antifascista nel novembre 1943.
L’accusa era di attività antifascista per aver distribuito un volantino che, gettato durante le notti precedenti da un aereo alleato (il famoso PIPPO o PIPPETTO) nelle camapgne di Albenga, ebbe velocissima diffusione.
Rilasciato, fu nuovamente catturato nel gennaio del 1944, trasferito alle carceri di S. Agostino di Savona, poi in quelle di Marassi a Genova, sempre nelle sezioni politiche.
Da Genova fu trasferito nel campo di concentramento di Fossoli di Carpi [Modena] e da lì il 21.06.44 a Mauthausen dove morì il 12 gennaio 1945 come da comunicazione del Comando Tedesco al Comune di Albenga con la motivazione seguente: "Il connazionale Salvi Paolo è deceduto in Germania nel campo di concentramento di Mauthausen per mitragliamento aereo del nemico"».

Autore della presentazione: Gian Pietro Salvi

DATI ANAGRAFICI

Età 53 anni
Genere Maschio
Stato civileConiugato
Data di nascita 22/11/1891
Luogo di nascita Brescia

Data di morte: 12/1/1945
Nazione di morte: Austria
Luogo di morte: Mauthausen

Categoria professionaleCulto, professioni e arti liberali
Professione Atleta Nel 1912 a Stoccolma e nel 1920 in Belgio vinse l'oro olimpico per la Ginnastica artistica.

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Deportato
Luogo della deportazione: Mauthausen
Data della deportazione: 21/6/1944
Condizione al momento della morte: Deportato

BIBLIOGRAFIA

    Nessuna bibliografia

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a famigliari, scritta in data 21-06-1944
Località di stesura: Campo di Fossoli, Carpi (Modena)
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: fotocopia cartacea
La lettera è conservata presso: Archivio della Fondazione ex Campo Fossoli, presso l’Archivio Storico Comunale di Carpi, piazzale Re Astolfo, 1 c/o Palazzo Pio (ala Ex Carceri) - Carpi (Modena)
tel 059-649959 fax 059-649976
e-mail: archivio.storico@carpidiem.it
web: http://wawatosa.netribe.it/carpi/index.jsp

Collocazione archivistica:
Archivio Fondazione ex Campo Fossoli presso ASCC, b. Testimonianze e racconti, fasc. 5 Donazione famiglia Salvi

Note al documento:
Si ringrazia sentitamente Giovanni Taurasi (Fondazione ex Campo Fossoli) che ci ha consentito la pubblicazione delle copie delle lettere di deportati, presenti nell’archivio della Fondazione; le famiglie tutte per averle rese disponibili alla pubblica consultazione e Lucia Armentano (Archivio Storico Comunale di Carpi) per il prezioso aiuto nella consultazione dei documenti.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI

Nessuna informazione reperibile in altre banche dati. Segnala eventuali ulteriori informazioni