Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Giovanni Battista Vighenzi (Sandro Biloni)



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Giovanni Battista Vighenzi in primo piano Di anni 36. Nato il 14 febbraio 1909 a Rovato (BS) ed ivi residente. Sposato. Nel 1933 vince il concorso per segretario comunale nella provincia di Brescia. Laureatosi in giurisprudenza presso l’università di Bologna nel 1940, nel ’42 trova impiego al comune di Rodengo Saiano (BS). Dopo l’armistizio, proprio in virtù della sua posizione lavorativa riesce a guadagnarsi la fiducia dei nazifascisti e ad aiutare segretamente i partigiani. Membro del Cln di Brescia e del comando del 5º settore dal dicembre del 1943, è tra gli organizzatori delle formazioni Fiamme Verdi, alle quali si unisce durante i giorni dell’insurrezione. La sera del 26 aprile 1945, al termine di un azione contro le SS, viene catturato dai tedeschi mentre si sta recando a Rovato per chiedere rinforzi. Interrogato e torturato per tutta la notte, il mattino seguente è condotto a Corneto e fucilato assieme ai compagni di lotta Andreis Luigi Mario, Caravello Giuseppe, Ceretti Giovanni, Felappi Pietro Giovanni, Franchini Angelo, Lumini Gaetano Mirino Carlo, Malvezzi Giuseppe, Pezzotti Giovanni Luigi e Tiego Enea Olivo Gastone. Alla sua memoria è stata assegnata la croce di guerra al valor militare.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 36 anni
Genere Maschio
Stato civileConiugato
Data di nascita 14/2/1909
Luogo di nascita Ostiano
Provincia di nascita Cremona
Residenza Rovato

Data di morte: 27/4/1945
Luogo di morte: Saiano
Comune di morte: Rodengo Saiano
Provincia di morte: Brescia
Regione di morte:Lombardia

Titolo di studioLaurea. Laureato in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Bologna
Categoria professionaleUfficiali, impiegati pubblici e privati, pensionati
Professione Segretario comunale di Rodengo Saiano (BS)
Appartenenza alle Forze armateEsercito
Reparto tiburio Fanteria
GradoTenente

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Sandro Biloni
Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: 1/12/1943 - 26/4/1945
Tipo di reparto: Comando
Nome del reparto: Comando del 5º settore del Cln
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Decisione di un comando militare
Tipo di esecuzione: Nazifascista
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: Membro del Cln, Giovanni Battista Vighenzi si unisce alle formazioni Fiamme Verdi durante i giorni dell'insurrezione. Catturato il 26 aprile 1945, al termine di un'azione contro le SS, viene interrogato e torturato per tutta la notte, prima di essere fucilato a Corneto (frazione di Rodengo Saiano) il mattino successivo.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione All’alba del 27 aprile 1945, mentre le truppe tedesche si ritirano, il Gruppo Pronto Impiego delle Waffen SS comandato da Alois Thaler fucila a Corneto 10 partigiani catturati la sera prima. I loro nomi sono Andreis Luigi Mario, Caravello Giuseppe, Ceretti Giovanni, Felappi Pietro Giovanni, Franchini Angelo, Lumini Gaetano Mirino Carlo, Malvezzi Giuseppe, Pezzotti Giovanni Luigi, Tiego Enea Olivo Gastone e Giovan Battista Vighenzi.
Collegamenti:Eccidio di Corneto, comune di Rodengo Saiano. 27/4/1945
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere:

BIBLIOGRAFIA

  • Rolando Anni Dizionario della Resistenza bresciana, Brescia, Morcellana, 2008, p. 388
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, pp. 333-334
  • Dario Morelli Scritti incontro alla morte (Z. Ballardini, S. Belleri, M. Bettinzoli, G. Cappellini, L. Ercoli, F. Franchi, E. Margheriti, F. Moretti, T. Olivelli, G. Pelosi, G. Perlasca, R. Petrini, E. Rinaldini, F. Rinaldini, G. Venturini, G.B. Vighenzi) in "La Resistenza bresciana" fascicolo 23, Brescia, Istituto Storico della Resistenza bresciana, 1992, pp. 59-60
  • Mariarosa Zamboni Via della Libertà, Brescia, Istituto storico della Resistenza bresciana, 1983, pp. 151-153
  • COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

    » Leggi
    Lettera a Moglie, scritta in data 27-04-1945
    Stato del documento: autografo

    La lettera è conservata presso:
    Istituto storico della Resistenza bresciana - Brescia

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/brescia/index.php

    Note al documento:
    La lettera fu trovata tra le carte del comandante delle SS Alois Thaler.Nell'ultima edizione del volume curato da Piero Malvezzi e Giovanni Pirelli "Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana" (ristampata da Einaudi editore nel 2003) il testo trascritto (pp. 333-334) differisce dall'autografo. Innanzitutto è totalmente assente la parte a cavallo delle due facciate, che va da “che abbraccio di gran cuore.” fino a “Sei libera nel tuo domani”. Alla prima riga la parola “sole” è diventata “sete”. Più in basso invece, dopo “vicino a te”, è stata aggiunta la frase “sulla tua spalla, nel tuo animo”, che però nell'originale non compare;. A metà della seconda facciata, infine, da “fiori di campo” si è passati a “fiori campestri”.

    INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI

    Giovanni Battista Vighenzi, (Sandro Biloni) in Istoreto - Istituto piemontese per la Storia della Resistenza, Torino