Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Walter Del Carpio (Scott)



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Walter Del Carpio, come annotato sul bordo a destra. Di anni 21. Nato il 31 maggio 1923 a Serravalle del Chienti (Macerata); residente a Foligno (Perugia). Dopo l’armistizio si unisce ai garibaldini della Formazione Spartaco, che opera principalmente nei dintorni del suo paese natale. Il 4 marzo 1944 è catturato dai tedeschi e deportato in Germania, nel campo d’addestramento della Divisione San Marco. Costretto ad arruolarsi, viene rimpatriato con il suo reparto verso la fine dell’estate e dislocato in Liguria. Nel settembre del 1944 però Del Carpio abbandona l’esercito della RSI e si collega coi partigiani del Distaccamento G. Francesco De Marchi, inquadrato nella VI Divisione d’assalto Garibaldi "Silvio Bonfante". Il 20 gennaio 1945 un rastrellamento lo sorprende mentre si trova a Ubaghetta (IM). Arrestato, viene immediatamente trasferito a Pieve di Teco (IM), dove il Tribunale di guerra germanico lo condanna a morte con un breve processo sommario. La sentenza è eseguita mediante fucilazione il giorno 26 dello stesso mese. Insieme a lui vengono giustiziati altri 7 partigiani della VI Divisione d’assalto Garibaldi "Silvio Bonfante", tutti catturati e incarcerati tra il 20 e il 23 gennaio; i loro nomi sono: Bruno Cavani, Giuseppe Lobba, Renato Luciano Mantovani, Oreste Medina, Ugo Moschi, Faustino Romano e Ettore Talluri.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 21 anni
Genere Maschio
Data di nascita 31/5/1923
Luogo di nascita Serravalle Del Chienti
Provincia di nascita Macerata
Residenza Foligno (PG)

Data di morte: 26/1/1945
Luogo di morte: Pieve di Teco
Comune di morte: Pieve di Teco
Provincia di morte: Imperia
Regione di morte:Liguria

Titolo di studioLicenza elementare
Categoria professionaleOperai
Professione Muratore
Arruolato nella Repubblica Sociale Italiana.
Periodoprimavera 19440
Reparto RSIDivisione San Marco

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Scott
Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: 22/9/1943 - 4/3/1944
Tipo di reparto: Formazione
Nome del reparto: Formazione garibaldina Spartaco
Seconda formazione nella Resistenza: settembre 1944 - 26/1/1945
Tipo di reparto: Distaccamento
Nome del reparto: Distaccamento G. Francesco De Marchi, 6ª Div. d’assalto Garibaldi Liguria Silvio Bonfante
Motivo della deportazione: Arruolamento nella divisione San Marco
Luogo della deportazione: Germania
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale di guerra germanico - Sentenza emessa in data /1/1945.
Esecuzione:Nazista
Descrizione della circostanza della morte: Rastrellato il 20 gennaio 1945 a Ubaghetta (Imperia), è trasferito a Pieve di Teco, dove il Tribunale di guerra germanico lo condanna a morte con un processo sommario.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Colpiti dai rastrellamenti tra il 20 e il 23 gennaio 1945, otto partigiani della VI Divisione d’assalto Garibaldi "Silvio Bonfante" vengono catturati e incarcerati. Trasferiti a Pieve di Teco (IM), Bruno Cavani, Walter Del Carpio, Giuseppe Lobba, Renato Luciano Mantovani, Oreste Medina, Ugo Moschi, Faustino Romano e Ettore Talluri vengono fucilati il 26 gennaio per ordine dei tedeschi. Secondo alcune fonti, Walter Del Carpio subisce immediato e sommario processo da parte dei tedeschi il giorno stesso della cattura (20 gennaio), In quanto disertore della Divisione San Marco.
Collegamenti:Strage di Pieve di Teco (IM), 26/01/1945
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere: Renato Luciano Mantovani |

BIBLIOGRAFIA

  • Mimmo Franzinelli (a cura di) Ultime lettere dei condannati a morte e di deportati della Resistenza. 1943-1945, Milano, Mondadori, 2005, p. 126
  • Carlo Rubaudo Storia della Resistenza Imperiese, Imperia, Dominici, 1992, p. 526

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a suoi cari, scritta in data 25-01-1945
Località di stesura: Pieve di Teco
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: foto da originale

La lettera è conservata presso:
Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Macerata "Mario Morbiducci" - Macerata

Indirizzo web:
http://www.storiamarche900.it


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI