Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Antonio Giuffrida



PRESENTAZIONE

La foto, pubblicata all’interno del volume "I Martiri della libertà" (Anpi, Milano), ritrae Antonio Giuffrida. Di anni 21. Nato nel 1923 a Milano. Di professione operaio tornitore. Arruolato nella X Mas e dislocato ad Arona, Giuffrida abbandona il reparto e ritorna nella sua città natale. Tradito da una delazione, viene catturato dai suoi stessi ex-commilitoni e ricondotto ad Arona. Condannato sommariamente alla pena capitale dal suo ex-comandante, Giuffrida è fucilato nel cortile del Collegio De Filippi alle ore 19e40 del 5 dicembre 1944.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 21 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 1923
Luogo di nascita Milano

Data di morte: 5/12/1944
Luogo di morte: Cortile del Collegio De Filippi
Comune di morte: Arona
Provincia di morte: Novara
Regione di morte:Piemonte

Categoria professionaleOperai
Professione Operaio
Reparto RSIX Mas

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Condizione al momento della morte: Civile
Agente della condanna: Decisione di un comando militare
Tipo di esecuzione: Fascista
Descrizione della circostanza della morte: Arruolato nella X Mas e dislocato ad Arona, Antonio Giuffrida abbandona il reparto e ritorna a Milano, la sua città natale. Scoperto dai fascisti grazie ad una delazione, è riportato ad Arona come prigioniero.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Catturato a Milano dai suoi stessi ex-commilitoni, Giuffrida viene ricondotto ad Arona, dove viene condannato a morte dal comandante del reparto RSI da cui ha disertato. Il 5 dicembre 1944, viene condotto nel cortile del Collegio De Filippi, bae operativa della X Mas ad Arona, e fucilato.

BIBLIOGRAFIA

  • I martiri della libertà, Milano, A.N.P.I., [1945]
  • Mauro Begozzi "Non preoccuparti...che muoio innocente". Lettere di resistenti novaresi condannati a morte, Novara, Interlinea Edizioni, 1995, p. 27
  • Enrico Massara Antologia dell’Antifascismo e della Resistenza novarese. Uomini ed episodi della lotta di liberazione, stampa 1984, pp. 444-445

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Madre, scritta in data 05-12-1944
Località di stesura: Arona
Stato del documento: copia



Collocazione bibliografica:
Mauro Begozzi, Non preoccuparti...che muoio innocente. Lettere di resistenti novaresi condannati a morte, Novara, Interlinea Edizioni, 1995

Note al documento:
L’originale della lettera non è stato trovato. Il testo compare per la prima volta su “La Squilla Alpina” n. 2, 23 settembre 1945.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI