Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Renato Dalla Palma



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Renato Dalla Palma, ed è conservata presso l’archivio Insmli. Di anni 20. Nato il 12 agosto 1924 a Enego (Vicenza) ed ivi residente. Dopo aver conseguito il diploma di maturità classica, si iscrive alla Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università di Padova, dove, dopo l’8 settembre 1943, iniziano a formarsi i primi nuclei della lotta partigiana in città. Tornato ad Enego, Renato Dalla Palma entra nelle fila del movimento di liberazione. Il giorno dell’Epifania del 1945, scende in paese dalla località Valdicina, dove si era rifugiato in occasione dei rastrellamenti del precedente autunno, per cenare nella sua abitazione insieme alla famiglia. Guidata da una delazione, la polizia tedesca lo sorprende e lo traduce a Roncegno (Trento) per un semplice interrogatorio. Vi rimane invece per otto giorni, prima del trasferimento al Lager di Bolzano. Da qui riesce ad inviare alcune lettere ai familiari, che si attivano per raggiungerlo, senza tuttavia riuscirci. Il 1º febbraio 1945 Dalla Palma è inviato in Austria, al Lager di Mauthausen, dove giunge il giorno 4 dello stesso mese. Smistato al sottocampo di Gusen, si ammala gravemente, fino a spegnersi il 12 marzo 1945.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 20 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 12/8/1924
Luogo di nascita Enego
Provincia di nascita Vicenza
Residenza Enego

Data di morte: 12/3/1945
Nazione di morte: Austria
Luogo di morte: Sottocampo di Gusen, Lager di Mauthausen

Titolo di studioStudi universitari. Iscritto al 2° anno della facoltà di Medicina e chirurgia all'Università di Padova
Categoria professionaleCondizioni non professionali
Professione Studente universitario

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano e deportato
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Fiamme Verdi, Div. Ortigara
Motivo della deportazione: Attività antifascista
Luogo della deportazione: Lager di Bolzano, poi Lager di Mauthausen, infine sottocampo di Gusen
Condizione al momento della morte: Deportato
Descrizione della circostanza della morte: Sorpreso nella propria abitazione di Enego alcuni giorni dopo l'Epifania, è arrestato dai tedeschi, che lo trattengono a Roncegno (Trento). Deportato nel lager di Bolzano, il 1° febbraio 1945 è trasferito a Mauthausen (vi arriva il giorno 4), quindi è smistato a Gusen, dove si spegne il 12 marzo 1945, ammalato di tifo, a causa di un collasso cardiaco.

BIBLIOGRAFIA

  • Mario Avagliano - Marco Palmieri Voci dai lager. Diari e lettere di deportati politici italiani 1943-1945, Torino, Einaudi, 2012, p. 42
  • Giovanni Fincato in "Lettera a matita", 18 febbraio 1964
  • Istituto per la storia della Resistenza nelle Tre Venezie (a cura di) L’Universita di Padova per la Resistenza, Marsilio, 1964, p. 37
  • Valeria Morelli I deportati italiani nei campi di sterminio: 1943-1945, Milano, Scuole grafiche pav. Artigianelli, 1965, p. 343
  • Università degli studi di Padova Celebrazione del 20. anniversario della resistenza universitaria alla presenza del Presidente della Repubblica. Aula magna 8 febbraio 1964, Padova, Tip. del Seminario, 1964
  • Dario Venegoni Uomini, donne e bambini nel lager di Bolzano, Milano, Fondazione Memoria della Deportazione, 2004, p. 151

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a zia,
Località di stesura: Lager di Bolzano
Stato del documento: autografo

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza italiana - Raccolta Insmli 2007

Note al documento:
La lettera è scritta sullo stesso foglio di quella alla sorella Gabriella. Si tratta infatti di un foglio delle dimensioni di un A4, piegato a metà in modo da avere 4 facciate disponibili per la scrittura.

» Leggi
Lettera a Gabriella (la sorella),
Località di stesura: Lager di Bolzano
Stato del documento: autografo

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza italiana - Raccolta Insmli 2007

Note al documento:
La lettera è scritta sullo stesso foglio di quella alla zia. Si tratta infatti di un foglio delle dimensioni di un A4, piegato a metà in modo da avere 4 facciate disponibili per la scrittura.

» Leggi
Lettera a Padre, scritta in data 31-01-1945
Località di stesura: Lager di Bolzano
Stato del documento: autografo

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza italiana - Raccolta Insmli 2007


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI