Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Clara Pirani



PRESENTAZIONE

L’immagine riproduce un primo piano di Clara Pirani. Di anni 45, maestra elementare, coniugata con tre figlie. Nata il 23 giugno 1889 a Milano e residente a Gallarate (Varese). Di famiglia di religione ebraica, il 27 novembre 1924 si sposò con Francesco Saverio Cardosi. In seguito all’applicazione delle leggi razziali, il loro matrimonio fu ritenuto un "matrimonio misto", ovvero contratto tra una persona "ariana" e una "ebrea". Clara e le sue figlie furono anch’esse considerate di "razza mista", ma ciò non fu comunque sufficiente a consentirle di occupare la cattedra di ruolo tanto attesa. Infatti, dopo il diploma al Magistero di Firenze, Clara aveva ottenuto un incarico a Curenna nella Comune di Vendone (Savona), mentre il marito insegnava al Civico Ginnasio Pareggiato di Savona. Dopo vari anni, la nascita delle figlie e il superamento di alcuni concorsi, entrambi erano riusciti a vincere una cattedra di ruolo a Torino. Purtroppo Clara non poté neppure prendere servizio a causa dell’attivazione dei primi provvedimenti razziali. Trasferitasi con la famiglia a Gallarate (Varese) dove il marito aveva ottenuto l’incarico di preside presso il Ginnasio Superiore, quando con la costituzione della RSI iniziò ad intensificarsi la campagna "in difesa della razza", Clara e le sue figlie non poterono nascondersi a causa della visibilità dell’impiego del marito. L’11 dicembre 1943 fu arrestata una prima volta, ma fu presto rilasciata per ragioni di salute. Quando il 7 marzo 1944 uscì la circolare del ministero dell’Interno n. 3968/442 che escludeva dall’arresto i coniugi di "matrimonio misto", l’intera famiglia si sentì finalmente al sicuro. Il 12 maggio Clara fu arrestata. L’ordine di cattura includeva anche le tre figlie ma grazie all’opera di intermediazione del marito, peraltro deciso a seguire l’intera famiglia, queste furono lasciate libere. La notte stessa Clara fu tradotta nel carcere di San Vittore dove rimase fino al 9 giugno quando fu inviata al campo di Fossoli nel settore dei "misti". Il 2 agosto fu deportata e il 6 agosto giunse ad Auschwitz dove fu selezionata per le camere a gas.

Autore della presentazione: Enrica Cavina

DATI ANAGRAFICI

Età 55 anni
Genere Femmina
Stato civileConiugata
Data di nascita 23/6/1889
Luogo di nascita Milano
Residenza Gallarate (Varese)

Data di morte: 8/8/1944
Nazione di morte: Polonia
Luogo di morte: Lager di Auschwitz

Titolo di studioStudi universitari. Magistero
Categoria professionaleCulto, professioni e arti liberali
Professione Maestra elementare

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Deportato
Motivo della deportazione: motivi razziali
Luogo della deportazione: Auschwitz
Condizione al momento della morte: Deportato
Esecuzione:Nazista
Descrizione della circostanza della morte: Il 2 agosto 1944, Clara Pirani insieme ad altri 130 prigionieri ebrei fu caricata sull'ultimo convoglio diretto in Germania dai depositi della Manifattura Tabacchi di Verona. Giunta ad Auschwitz il 6 agosto, due giorni più tardi fu selezionata per le camere a gas.
Modalità dell'esecuzione Il 6 agosto fu selezionata per la camera a gas.

BIBLIOGRAFIA

  • Mario Avagliano - Marco Palmieri Gli ebrei sotto la persecuzione in Italia. Diari e lettere 1938-1945, Torino, Einaudi, 2011, p. 327
  • Giuliana Cardosi - Marisa Cardosi - Gabriella Cardosi La questione dei "matrimoni misti" durante la persecuzione razziale in Italia, 1938-1945 in "Libri e Documenti", Milano, Archivio Storico e Biblioteca Trivulziana del Castello Sforzesco di Milano, 1980-1981
  • Giuliana Cardosi - Marisa Cardosi - Gabriella Cardosi La giustizia negata. Clara Pirani, nostra madre, vittima delle leggi razziali. Una testimonianza vissuta tra guerra e dopoguerra, Varese, Edizioni Arterigere/Essezeta, 2005
  • Mimmo Franzinelli (a cura di) Ultime lettere dei condannati a morte e di deportati della Resistenza. 1943-1945, Milano, Mondadori, 2005, pp. 311-313.

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a famigliari, scritta in data 02-08-1944
Località di stesura: Verona
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: fotocopia cartacea

Collocazione archivistica:
Carte della famiglia Cardosi

Collocazione bibliografica:
Giuliana, Marisa, Gabriella Cardosi, La questione dei “matrimoni misti” durante la persecuzione razziale in Italia, 1938-1945, in


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI