Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Battista Alberto (Birimbo)



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Battista Alberto. Di anni 20. Nato a Paesana (Cuneo) il 12 aprile 1924; residente a Cuneo. Di professione perito agrario. Arruolato nell’esercito, nel corpo degli alpini. Dopo l’8 settembre 1943, malgrado i numerosi bandi di reclutamento, rifiuta di aderire alla Rsi ed entra in clandestinità. Il 1º giugno 1944, con il nome di Birimbo, diventa vice-comandante di un distaccamento della 15ª Brigata Saluzzo, dislocato nella zona di Envie, nel cuneese. Il suo nome è citato due volte per atti eroici ne "La Roccia", il bollettino quindicinale del Comando della brigata. Il 5 febbraio 1945 è coinvolto in uno scontro a fuoco mentre torna da un’ispezione nella zona di Saluzzo; ferito alla gamba da una scarica di mitragliatore, non riesce a sfuggire alla cattura. Il prefetto di Cuneo, considerandolo troppo pericoloso per essere lasciato in vita, ne decreta la condanna a morte. La sentenza è eseguita tre giorni dopo (8 febbraio 1945), nel cortile della caserma Musso, a Saluzzo. Dinanzi al plotone d’esecuzione, Alberto chiede ed ottiene di essere fucilato al petto. Nella motivazione al conferimento della medaglia d’argento al valor militare è scritto: "Prima di cadere, proferiva parole di entusiasmo per la Patria ed incitamento per i commilitoni". I giardini pubblici di via Roma, nel suo paese natale, sono intitolati a lui.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 20 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 12/4/1924
Luogo di nascita Paesana
Provincia di nascita Cuneo

Data di morte: 8/2/1945
Luogo di morte: Caserma Musso
Comune di morte: Saluzzo
Provincia di morte: Cuneo
Regione di morte:Piemonte

Titolo di studioLicenza media superiore
Categoria professionaleVenditori di derrate alimentari, merci varie, esercenti, rappresentanti
Professione Perito agrario
Appartenenza alle Forze armateEsercito
Arma Fanteria, corpo degli Alpini

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Birimbo
Tipologia del condannato:Benemerito
Prima formazione nella Resistenza: 1/6/1944 - 8/2/1945
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Garibaldi Saluzzo 15ª
Grado conseguito: Vicecomandante di distaccamento
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Altro
Agente della condanna: Decisione del prefetto di Cuneo.
Descrizione della circostanza della morte: Ferito in combattimento, è catturato il 5 febbraio 1945. E' il prefetto di Cuneo in persona a decretarne la condanna a morte, giudicandolo un criminale troppo pericoloso per essere lasciato in vita.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Fucilato l'8 febbraio 1945 nel cortile della Caserma Musso, a Saluzzo.
Riconoscimenti:militare: Medaglia d'argento

BIBLIOGRAFIA

  • AA. VV. Quaderno: pagine memorande di storia 1943-1945, Paesana (CN), Tipografia Operaia, 1949, pp. 78 e 90
  • Guido Argenta - Nicola Rolla Le due guerre 1940-1943 1943-1945, Cuneo, Istituto storico della Resistenza, 1985, pp. 395-396
  • Giuseppe Barbero Ventimesi: la guerra partigiana di Liberazione in valle Po: settembre 1943 - aprile 1945, Isca, 2007, p. 490
  • Michele Calandri (a cura di) Vite spezzate. I 15.430 morti nella guerra 1940-1945. Un censimento in provincia di Cuneo, Cuneo, Istituto storico della Resistenza in Cuneo e provincia, 2001, p. 22
  • Mimmo Franzinelli (a cura di) Ultime lettere dei condannati a morte e di deportati della Resistenza. 1943-1945, Milano, Mondadori, 2005, p. 84

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a genitori,
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: fotocopia cartacea

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Raccolta Franzinelli/Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza 1943-1945

Note al documento:
Non si conosce con esattezza dove sia conservato l'originale della lettera.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI