Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Giuseppe Cursot (Athos)



PRESENTAZIONE

La foto, conservata presso l’archivio Insmli sottoforma di copia digitale, ritrae Giuseppe Cursot. Di anni 22. Nato il 23 novembre 1922 a Gressan (Aosta); residente a Sommariva del Bosco (Cuneo). Arruolato nella Guardia di frontiera prima dell’armistizio, nel maggio 1944 si unisce alla 103ª Brigata Garibaldi con il nome di battaglia di Athos. Catturato dai fascisti, è processato dal Tribunale Co.Gu. (contro guerriglia) e condannato a morte. Il 15 aprile 1945 è prelevato dalla sua cella e condotto al Poligono del Martinetto, dov’è fucilato assieme a Luciano Politi e Donato Simonetti.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 22 anni
Genere Maschio
Data di nascita 23/11/1922
Luogo di nascita Gressan
Provincia di nascita Aosta
Residenza Sommariva del Bosco (CN)

Data di morte: 15/3/1945
Luogo di morte: Poligono di tiro del Martinetto . C'è memoria epigrafica
Comune di morte: Torino
Regione di morte:Piemonte

Categoria professionaleOperai
Professione Muratore Anche contadino.
Arma Guardia di frontiera

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Athos
Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: 10/5/1944 - 15/3/1945
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Garibaldi 103ª
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale speciale di Torino
Esecuzione:Fascista
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: I fascisti lo arrestano e lo imprigionano a Torino, dov'è processato dal Tribunale speciale, che lo condanna a morte.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Condannati a morte per appartenenza a banda armata, Giuseppe (Josef) Cursot, Luciano Politi e Donato Simonetti sono fucilati al Poligono del Martinetto il 15 marzo 1945.
Collegamenti:Eccidio di Poligono di tiro del Martinetto , comune di Torino . 15/3/1945
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere: Donato Simonetti |

BIBLIOGRAFIA

  • Nicola Adducci - Luciano Boccalatte - Giuliana Minute Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della Resistenza a Torino, Torino, Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea, 2003, pp. 185-186
  • Secondo Ercole Testimonianze di Padre Ruggero. Carcere e Resistenza, Torino, Cimitato "Nessun uomo è un'isola", 2005, p. 43
  • Mimmo Franzinelli (a cura di) Ultime lettere dei condannati a morte e di deportati della Resistenza. 1943-1945, Milano, Mondadori, 2005, pp. 122-123
  • Padre Ruggero [Cipolla] I miei condannati a morte, Torino, Il Punto, 1998

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a genitori, scritta in data 15-04-1945
Località di stesura: Carceri giudiziarie di Torino
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 4 fasc. 9

Collocazione bibliografica:
Padre Ruggero [Cipolla], I miei condannati a morte (Torino, Il Punto, 1998), p. 17

Note al documento:
Nella parte superiore della trascrizione si trova una breve nota biografica di Giuseppe (Josef) Cursot, tra due parentesi tracciate a mano con penna nera, e la scritta sempre manoscritta "fuori".

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI