Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Lorenzo Pieropan



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile Di anni 24. Nato il 1 settembre 1920 a Torino. Di professione geometra, viene assunto come impiegato dalle Ferrovie dello Stato. Arruolato nel Regio esercito italiano con il grado di sottotenente di complemento, dopo l’armistizio ed il conseguente sbandamento delle forze armate decide di ritornare a casa. Ne luglio del 1944 si unisce ai partigiani, entrando a far parte di una formazione della alta Val Tanaro. Il 12 ottobre 1944, mentre si trova in visita alla sua famiglia a Ceva (CN), viene catturato dai nazifascisti e rinchiuso nella caserma Galliano. Qui rimane per circa due mesi, subendo ripetuti interrogatori e torture. L’8 dicembre 1944 infine, su ordine del Prefetto di Cuneo, Lorenzo Pieropan viene prelevato dalla cella e fucilato presso il cimitero di San Michele Mondovì (CN).

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 24 anni
Genere Maschio
Data di nascita 1/9/1920
Luogo di nascita Torino

Data di morte: 8/12/1944
Luogo di morte: Cimitero di San Michele Mondovì
Comune di morte: San Michele Mondovì
Provincia di morte: Cuneo
Regione di morte:Piemonte

Titolo di studioLicenza media superiore
Categoria professionaleUfficiali, impiegati pubblici e privati, pensionati
Professione Impiegato Geometra impiegato nelle Ferrovie dello Stato
Appartenenza alle Forze armateEsercito
GradoSottotenente di complemento

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Prima formazione nella Resistenza: luglio 1944 - 8/12/1944
Tipo di reparto: Formazione
Nome del reparto: Formazione partigiana della alta Val Tanaro
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Decisione di un comando militare
Tipo di esecuzione: Fascista
Descrizione della circostanza della morte: I nazifascisti lo fanno prigioniero il 12 ottobre 1944, a Ceva, dove abita la sua famiglia. Interrogato alla caserma Galliano, resta prigioniero fino all'8 dicembre.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Su ordine del Prefetto di Cuneo in persona, l'8 dicembre 1944 Lorenzo Pieropan è prelevato dalla cella e condotto presso il cimitero di San Michele Mondovì (CN). Qui, alle ore 17e30, viene fucilato.

BIBLIOGRAFIA

  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, p. 255

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Teresio (il fratello), scritta in data 08-12-1944
Località di stesura: Ceva
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 8 fasc. 16

Note al documento:
La data in alto a destra è scritta a mano, in penna. In basso invece c'è una nota del trascrittore che spiega il significato del termine "Muffito".

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI