Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Domenico Moriani (Pastissu)



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile Di anni 18. Nato il 9 dicembre 1925 ad Imperia. Impiegato della Camera di Commercio di Imperia, dopo l’armistizio si collega ai partigiani e diventa furiere del Comando della divisione d’assalto Garibaldi-Liguria Felice Cascione. Nell’autunno del 1944 la sua formazione viene dispersa e decimata da un massiccio rastrellamento messo in atto dai nazifascisti nella zona alpina ligure e piemontese, vicino al confine con la Francia. Molti partigiani vengono catturati a Upega (CN) il 17 ottobre, e Moriani è tra questi. Riuscito a fuggire con il compagno Giovanni Giribaldi, i due giovani trovano riparo in un fienile, ma vengono scovati dai tedeschi e tradotti a Fontan Saorge, un paese nel territorio francese poco oltre la frontiera. Qui, il 24 ottobre 1944, vengono obbligati a scavare una fossa e, mentre si trovano ancora all’interno, vengono uccisi con un colpo di pistola alla nuca.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 18 anni
Genere Maschio
Data di nascita 9/12/1925
Luogo di nascita Imperia

Data di morte: 24/10/1944
Nazione di morte: Francia
Luogo di morte: Fontan Saorge
Comune di morte: Saorge
Provincia di morte:

Categoria professionaleUfficiali, impiegati pubblici e privati, pensionati
Professione Impiegato Dipendente della Camera di Commercio di Imperia.

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Pastissu
Tipologia del condannato:Partigiano
Tipo di reparto: Divisione
Nome del reparto: Divisione d'assalto Garibaldi Liguria Felice Cascione 2ª
Grado conseguito: Furiere del Comando
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Decisione di un comando militare
Tipo di esecuzione: Nazista
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: Fatto prigioniero il 17 ottobre 1944 a Upega (CN), nel grande rastrellamento nazifascista dell'ottobre 1944, Domenico Moriani riesce a fuggire. Ricatturato una manciata di giorni dopo, è tradotto ed incarcerato a Fontan Saorge, nei pressi del Col di Tenda. Fucilato il 24 ottobre con il compagno Giovanni Giribaldi.
Causa della morte: Colpo di pistola
Modalità dell'esecuzione Catturati nel grande rastrellamento di Upega (Cuneo), in cui viene praticamente distrutta l’intera Divisione partigiana F. Cascione, i combattenti Giovanni Giribaldi e Domenico Moriani fuggono e si rifugiano in un pagliaio in mezzo alla campagna. Scovati dai nazisti, i due vengono portati a Fontan Saorge, poco oltre il confine italo-francese. Il 24 ottobre i tedeschi fanno loro scavare una fossa e li fucilano mentre i due prigionieri vi si trovano all’interno.
Collegamenti:Eccidio di Fontan Saorge, comune di Saorge (). 24/10/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere: Giovanni Giribaldi |

BIBLIOGRAFIA

  • Le radici e le ali: 1943/45-1993/95: memoria e storia nelle celebrazioni del cinquantennale della Resistenza e della Guerra di liberazione, Roma, 1996, p. 550
  • A.N.P.I. di Alfonsine (a cura di) Perché viva la memoria in "In Comune. Notiziario del comune di Alfonsine" N. 05/04, 2004, p. 13
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, p. 216
  • Carlo Rubaudo Storia della Resistenza Imperiese, Imperia, Dominici, 1992, vol. II, p. 529
  • COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

    » Leggi
    Lettera a Nonna, scritta in data 24-10-1944
    Località di stesura: Fontan Saorge (Francia)
    Stato del documento: autografo

    La lettera è conservata presso:
    Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea - Imperia

    Indirizzo web:
    http://www.isrecim.it/

    Collocazione archivistica:
    Archivio, Sezione I, cartella 77

    Note al documento:
    Una trascrizione dattiloscritta della lettera è conservata anche presso l'Archivio Insmli nel Fondo "Malvezzi Piero/Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea" (b. 8 fasc. 15).

    INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI