Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Giuseppe Testa



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile Di anni 19. Nato il 25 maggio 1924 a San Vincenzo Valle Roveto, in provincia di L’Aquila. Residente a Roma. Iscritto all’Istituto di ragioneria, lavora anche come impiegato presso il Genio militare. Entrato in contatto con l’organizzazione clandestina del Partito d’Azione, dopo l’8 settembre presta aiuto ai prigionieri di guerra alleati e si unisce alla formazione che diventerà poi la Banda Patrioti Marsicani. Nominato comandante di distaccamento, assume importanti compiti organizzativi e si occupa anche della raccolta e dello smistamento delle armi. Tradito da un delatore, il 21 marzo è sorpreso da un rastrellamento nazista mentre si trova a Morrea (AQ), dove abitano i genitori. Arrestato insieme al padre, al fratello e allo zio (più molti altri partigiani della zona), Giuseppe Testa viene immediatamente sottoposto ad interrogatori e torture, prima di essere condotto alla sede del comando tedesco a Civita d’Antino (AQ). Trasferito successivamente nel campo di internamento di Madonna della Stella (nei pressi di Sora, FR), viene processato dal Tribunale militare tedesco, dinanzi al quale si assume tutte le responsabilità, per scagionare la famiglia e i compagni di lotta. Condannato a morte, viene fucilato l’11 maggio 1944 lungo le sponde di un canale situato nei pressi di Fontanelle di Alvito (FR). Alla sua memoria è stata assegnata la medaglia d’oro al valor militare con la seguente motivazione: "Giovane ardente di alti sentimenti di amor Patrio, abbracciava con entusiasmo la causa dei partigiani, costituendo nel suo paese un comitato per l’assistenza dei prigionieri di guerra alleati e dei militari italiani sbandati. Arrestato per vile delazione di un militare tedesco, fintosi inglese, non svelava, malgrado torture e minacce, l’organizzazione clandestina e il luogo dove era occultato un soldato alleato. Processato da un tribunale tedesco, benché promessagli salva la vita se avesse parlato, preferiva la morte. Dinanzi al plotone di esecuzione, con virile fermezza offriva la sua nobile e giovane vita per la libertà della Patria. Morrea, settembre 1943 - Alvito (Frosinone), 11 maggio 1944." La data del decreto è tuttora in fase di verifica.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 19 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 25/5/1924
Luogo di nascita San Vincenzo Valle Roveto
Provincia di nascita L'Aquila
Residenza Roma

Data di morte: 11/5/1944
Luogo di morte: Fontanelle di Alvito
Comune di morte: Alvito
Provincia di morte: Frosinone
Regione di morte:Lazio

Titolo di studioLicenza media inferiore. Iscritto all’Istituto di ragioneria
Categoria professionaleUfficiali, impiegati pubblici e privati, pensionati
Professione Impiegato Impiegato al Genio militare di Roma.

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: settembre 1943 - 11/5/1944
Tipo di reparto: Banda
Nome del reparto: Banda Patrioti Marsicani
Grado conseguito: Comandante di distaccamento
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale militare tedesco di Madonna della Stella
Esecuzione:Nazista
Descrizione della circostanza della morte: Attivissimo negli aiuti agli alleati nella zona marsicana, Giuseppe Testa viene rastrellato dai nazifascisti assieme ad alcuni parenti e compagni di lotta. I tedeschi lo torturano a lungo per farlo parlare, tanto da spezzargli un braccio, ma lui non cede. Trasferito prima a Civita d'Antino e poi a Madonna della Stella (nei pressi di Sora), viene infine processato dal Tribunale militare tedesco, assumendosi tutte le responsabilità per scagionare la famiglia. Sarà fucilato l'11 maggio 1944 a Fontanelle di Alvito, vicino ad un canale.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione L'11 maggio 1944 Giuseppe Testa è prelevato dalla sua prigione e condotto dai tedeschi in località Fontanelle di Alvito. Qui, nei pressi di un canale, viene barbaramente fucilato.
Riconoscimenti:militare: Medaglia d'oro assegnata in data 15/5/1946

BIBLIOGRAFIA

  • Le radici e le ali: 1943/45-1993/95: memoria e storia nelle celebrazioni del cinquantennale della Resistenza e della Guerra di liberazione, Roma, 1996, p. 296
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, pp. 309-310
  • Mario Martini Giuseppe Testa 1924-1944: medaglia d’oro al valor militare della Resistenza, Sora, Centro Studi Sorani Vincenzo Patriarca, 1995
  • COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

    » Leggi
    Lettera a prof. Agostino Marucchi,
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 14


    » Leggi
    Lettera a Madre,
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 14


    » Leggi
    Lettera a Padre,
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 14


    INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI