Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Luigi Ciol (Resistere)



PRESENTAZIONE

Nessuna foto per ora disponibile Di anni 19. Nato il 4 ottobre 1925 a Cintelo, frazione di Teglio Veneto (Venezia). Di professione Meccanico. Dopo l’armistizio entra nella Resistenza con il grado di caposquadra nelle fila della Brigata "A. Iberati", dislocata nel Veneziano. Il 22 gennaio 1945 è fatto prigioniero nei pressi di Portgruaro (a Fossalta, per l’esattezza, nella provincia di Venezia) ed incarcerato a Udine, dove subisce interrogatori e torture. Il 14 marzo il Tribunale militare tedesco lo processa e lo condanna a morte assieme ad altri 36 detenuti. Luigi Ciol ed altri 28 di loro (tra cui Mario Modotti, Ennio Radina, Antonio Morocutti e Mario Foschiani) sono prelevati dalle celle il mattino del 9 aprile 1945 e condotti nel cortile del penitenziario. Qui, divisi in tre gruppi diversi, vengono fucilati da un plotone di SS comandato da due ufficiali della polizia segreta tedesca (SD-SIPO, acronimo di Sicherheit Dienst-Sicherheits Polizei).

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 19 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 4/10/1925
Luogo di nascita Cintello di Teglio Veneto
Provincia di nascita Venezia
Residenza Teglio Veneto

Data di morte: 9/4/1945
Luogo di morte: Carceri di Via Spalato
Comune di morte: Udine
Regione di morte:Friuli Venezia Giulia

Titolo di studioLicenza elementare
Categoria professionaleOperai
Professione Meccanico

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Resistere
Tipologia del condannato:Partigiano
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata A. Iberati
Grado conseguito: Caposquadra
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale speciale tedesco del Litorale Adriatico - Sentenza emessa in data 14/3/1945.
Esecuzione:Nazista
Circostanza della morte: Strage
Descrizione della circostanza della morte: Incarcerato a Udine dopo essere stato catturato nei pressi di Portogruaro (a Fossalta, il 22 gennaio 1945), Luigi Ciol è processato il 14 marzo e condannato a morte con altri 37 partigiani. Ventinove di loro, tra cui anche Ciol, saranno fucilati la mattina del 9 aprile nel cortile del carcere.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Il 14 marzo 1945 il Tribunale speciale tedesco del Litorale adriatico condanna a morte 37 partigiani detenuti nelle carceri di Udine. Il mattino del 9 aprile 1945, 29 di essi vengono condotti nel cortile della prigione, divisi in tre gruppi e fucilati da un plotone composto da militi delle SS, comandato da due ufficiali della polizia segreta tedesca (SD-SIPO, acronimo di Sicherheit Dienst-Sicherheits Polizei). Quel medesimo giorno, un comunicato dello stesso tribunale rende pubblici i loro nomi: Leandro Nonini, Francesco Del Vecchio, Luigi Ciol, Gino Nosella, Giuno Coloricchio, Matteo Bossa, Eugenio De Patro, Valentino Monai, Enrico Pascuttini, Antonio Morocutti, Ennio Radina, Mario Modotti, Benitto Siniciani, Umberto Bonn, Ellio livoni, Arduino Potocco, Luigi Granchelli, Napolione Zampichiati, Angelo Adamo, Giovanni Beccia, Mario Foschiani (scritto
Collegamenti:Strage di Carceri di Via Spalato , comune di Udine . 9/4/1945
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere: Mario Foschiani | Mario Modotti |

BIBLIOGRAFIA

  • Le radici e le ali: 1943/45-1993/95: memoria e storia nelle celebrazioni del cinquantennale della Resistenza e della Guerra di liberazione, Roma, 1996, p. 168
  • Umberto Dinelli Rosso sulla laguna. La guerra partigiana in Venezia e provincia, Udine, Del Bianco, 1970, pp. 99, 144, 153
  • Mimmo Franzinelli Ultime lettere. Scritti di fucilati e deportati della Resistenza in "Italia contemporanea" n. 237, Milano, Carocci editore, dicembre 2004, p. 524
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, p. 81

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a familiari, scritta in data 14-03-1945
Località di stesura: Udine
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 14

Note al documento:
Nella trascrizione non c'è data, ma presumibilmente l'autografo è stato scritto da Luigi Ciol il 14 marzo 1945, data della sua condanna a morte.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI