Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Giulio Biglieri



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Giulio Biglieri in uniforme dell’esercito. L’archivio Insmli ne conserva una copia digitale nel Fondo Raccolta Franzinelli/Ultime lettere di condannati a morte e deportati della Resistenza  1943-1945. Nato a L’Aquila il 9 ottobre 1911, fucilato a Torino il 5 aprile 1944. Bibliotecario a Novara, decorato di tre croci di guerra e proposto per la Medaglia di Bronzo al Valor Militare. Dopo l’8 settembre 1943 svolge missioni militari con le formazioni partigiane dell’Altro Novarese (Beltrami) e della Valsesia (Moscatelli). Entra a far parte del primo Comitato Militare Regionale Piemontese. Arrestato il 30 marzo 1944 da elementi della Federazione dei fasci Repubblicani di Torino, mentre partecipa ad una riunione del CMRP, nella sacrestia di san Giovanni in Torino. Processato nel giorni 2-3 aprile 1944, insieme con i membri del CMRP, dal Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato viene fucilato il 5 aprile al poligono nazionale del Martinetto di Torino, da un plotone di militi della Guardia Nazionale Repubblicana, con Franco Balbis, Quinto Bevilacqua, Paolo Braccini, Enrico Giachino, Eusebio Giambone, Massimo Montano e il generale Giuseppe Perotti. Proposto per la medaglia d’Argento al Valor Militare. A Giulio Biglieri la Città di Novara ha dedicato una via.

Autore della presentazione: Mauro Begozzi

DATI ANAGRAFICI

Età 32 anni
Genere Maschio
Data di nascita 9/10/1911
Luogo di nascita L'Aquila
Residenza Novara

Data di morte: 5/4/1944
Luogo di morte: Poligono di tiro del Martinetto . C'è memoria epigrafica
Comune di morte: Torino
Regione di morte:Piemonte

Titolo di studioLicenza media superiore. Diploma in Ragioneria
Categoria professionaleUfficiali, impiegati pubblici e privati, pensionati
Professione Bibliotecario
Appartenenza alle Forze armateEsercito
Arma Fanteria
Reparto tiburio 54°
GradoCapitano
Località di servizioAfrica orientale ed Albania

Appartenenza politicaSocialista

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: autunno 1943 - 5/4/1944
Tipo di reparto: Comitato
Nome del reparto: Comitato militare regionale piemontese (CMRP)
Grado conseguito: Rappresentante militare del Psi
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale speciale per la difesa dello Stato di Torino - Sentenza emessa in data 3/4/1944.
Esecuzione:Fascista
Circostanza della morte: Strage
Descrizione della circostanza della morte: Il 30 marzo 1944 Giulio Biglieri è sorpreso dai fascisti assieme ai suoi compagni durante una riunione clandestina del CMRP (Comitato militare regionale piemontese), nella chiesa di San Giovanni a Torino. Arrestato e processato tra il 2 e il 3 aprile 1944, viene condannato a morte. La sentenza è eseguita il giorno 5, al poligono del Martinetto, mediante fucilazione.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Nei giorni 2 e 3 aprile 1944, il Tribunale speciale per la difesa dello Stato processa e condanna a morte i membri del Comando militare regionale piemontese (CMRP), catturati il 31 marzo durante una riunione clandestina nella sacrestia della chiesa di San Giovanni, a Torino. Il giorno 5 aprile Franco Balbis, Quinto Bevilacqua, Giulio Biglieri, Paolo Braccini, Errico Giachino, Eusebio Giambone, Massimo Montano e Giuseppe Perotti vengono portati al poligono di tiro del Martinetto e fucilati da un plotone di militi della GNR.
Riconoscimenti:militare: Medaglia d'argento
Collegamenti:Strage di Poligono di tiro del Martinetto, comune di Torino. 5/4/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere: Franco Balbis | Quinto Bevilacqua | Paolo Braccini | Errico Giachino | Eusebio Giambone | Massimo Montano | Giuseppe Paolo Perotti |

BIBLIOGRAFIA

  • Giulio Biglieri: la scelta del rischio in "Resistenza-Notiziario G.L." A. VIII, N. 3-4, Torino, Marzo-Aprile 1954, p. 3
  • Gloria ai Martiri del Martinetto! in "L'Unità (Edizione piemontese)" A. 29, N. 83, Torino, 5 Aprile 1952, p. 2
  • Nicola Adducci - Luciano Boccalatte - Giuliana Minute Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della Resistenza a Torino, Torino, Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea, 2003, p. 183
  • Mauro Begozzi "Non preoccuparti...che muoio innocente". Lettere di resistenti novaresi condannati a morte, Novara, Interlinea Edizioni, 1995, pp. 17-19
  • Enzo Collotti - Renato Sandri - Frediano Sassi (a cura di) Dizionario della Resistenza, Torino, Einaudi, 2001, vol. I p. 504, vol. II p. 99
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, pp. 45-48
  • Giampaolo Pansa "Viva l’Italia libera!". Storia e documenti del primo Comitato militare del C.L.N. regionale piemontese, Torino, Città di Torino. Istituto piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea, 2004
  • COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

    » Leggi
    Lettera a Settimo Costantino,
    Località di stesura: Torino
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 14

    Note al documento:
    La data segnata sulla trascrizione della lettera è quasi sicuramente errata, essendo stato Biglieri fucilato il 5 aprile, al Martinetto. Non è chiaro se sia stato lo stesso Biglieri a commettere l'errore, vista la particolare situazione in cui si trovava, o se sia invece opera del trascrittore.

    » Leggi
    Lettera a genitori e altri familiari, scritta in data 03-04-1944
    Località di stesura: Torino
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 14


    » Leggi
    Lettera a Luigi Borasio, scritta in data 03-04-1944
    Località di stesura: Torino
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 14

    Note al documento:
    Il mese nella data è trascritto in modo errato, e perciò corretto a mano, con una matita. Pare, da una lettera indirizzata dallo stesso Luigi Borasio a Piero Malvezzi (conservata presso l'archivio Insmli, Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 14), che l'errore fosse presente anche nell'originale, probabilmente dovuto alla particolare drammaticità della situazione in cui la missiva era stata vergata da Giulio Biglieri.

    » Leggi
    Lettera a Danilo Andreis, scritta in data 03-04-1944
    Località di stesura: Torino
    Stato del documento: autografo


    La lettera è conservata presso: Maria Trolli Andreis, Novara

    Note al documento:
    La lettera fu indirizzata a Danilo Andreis di Novara, un apprezzato pittore, che, in seguito, proprio per aver conservato in tasca una fotografia di Biglieri fu arrestato e deferito al Tribunale speciale. Oggi la lettera è conservata in originale dalla vedova Maria Trolli Andreis che ne ha fatta pervenire una copia all'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea nel Novarese e nel Verbano Cusio Ossola "Piero Fornara" (conservata nel fondo "Adriana Barberi"). L'Istituto novarese ha a sua volta inviato una copia digitale all'Insmli, che attualmente è conservata nel fondo "Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza italiana - Raccolta Insmli 2007".

    INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI