Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Paolo Vasario (Dario)



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Paolo Vasario. Di anni 33. Nato il 4 gennaio 1911 a Luserna San Giovanni (TO) ed ivi residente. Di professione medico condotto, viene arruolato come tenente medico nell’esercito italiano. Dopo l’8 settembre è tra i promotori della Resistenza torinese. Entrato a far parte della 105ª brigata Garibaldi "Carlo Pisacane", si occupa principalmente della cura dei feriti, ma partecipa anche a numerose azioni armate ed è attivissimo nel tenere i contatti con il Comitato militare regionale piemontese (CMRP). Catturato una prima volta nel gennaio 1944, viene rilasciato dopo una breve prigionia nel castello di Moncalieri (TO). Ripresa l’attività partigiana, il 12 luglio è arrestato di nuovo, mentre si trova in missione nei dintorni di Cavour (TO). Trasportato presso il locale comando germanico, Paolo Vasario viene sommariamente condannato a morte. Condotto presso il campo di aviazione di Airasca (TO) quella sera stessa viene, viene fucilato da un plotone d’esecuzione composto da militi tedeschi.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 33 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 4/1/1911
Luogo di nascita Luserna San Giovanni
Provincia di nascita Torino
Residenza Luserna San Giovanni

Data di morte: 12/7/1944
Luogo di morte: Campo di aviazione di Airasca
Comune di morte: Airasca
Provincia di morte: Torino
Regione di morte:Piemonte

Titolo di studioLaurea. Laurea in Medicina e Chirurgia
Categoria professionaleCulto, professioni e arti liberali
Professione Medico Medico condotto.
Appartenenza alle Forze armateEsercito
GradoTenente medico

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Dario
Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: settembre 1943 - 12/7/1944
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Garibaldi C. Pisacane 105ª
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Decisione di un comando militare
Tipo di esecuzione: Nazista
Descrizione della circostanza della morte: Mentre si trova in azione nei dintorni di Cavour (provincia di Torino), viene catturato dai tedeschi. E' il 12 luglio 1944, e per lui si tratta già del secondo arresto nel giro di 7 mesi. Il comando nazista lo processa seduta stante, condannandolo a morte. La sentenza è eseguita in serata, ad Airasca.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Dopo un processo sommario, alle ore 22 del 12 luglio 1944 Paolo Vasario è fucilato dai tedeschi ad Airasca, nel campo di aviazione.

BIBLIOGRAFIA

  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, pp. 323-324
  • Vincenzo Modica (Petralia) Dalla Sicilia al Piemonte. Storia di un comandante partigiano, Milano, Franco Angeli, 2002, p. 97
  • COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

    » Leggi
    Lettera a Diana, scritta in data 12-07-1944
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 13


    » Leggi
    Lettera a Madre ed Anna, scritta in data 12-07-1944
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 13


    INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI