Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Sergio Papi



PRESENTAZIONE

La foto ritrae Sergio Papi. Nato a Milano il 21 novembre 1923, di Lorenzo e Giuseppina Vercesi, fucilato a Musingen (Germania) il 19 ottobre 1944. Impiegato telegrafista alla stazione Centrale di Milano, dal 1942 decifra ordini di persecuzioni per motivi razziali e politici che trasmette agli interessati: dopo il 25 luglio 1943 trafuga e distrugge telegrammi relativi a trasporti militari; dopo l’8 settembre si unisce ai partigiani nella zona di Verbania (brigata Di Dio) e aiuta prigionieri alleati a evadere in Svizzera. In seguito alle vessazioni subite dalla famiglia, nell’aprile 1944, rientra a Milano rassegnandosi a presentarsi alla chiamata alle armi. Fugge una prima volta a Vercelli; ripreso è inviato con la Divisione Littorio al campo di addestramento di Musingen in Germania. Qui svolge fra i compagni propaganda antifascista e con tre di loro decide di tentare la fuga. In bicicletta i quattro giungono a soli 10 chilometri dal colle di Resia vicino a Bolzano  dove vengono arrestati da SS tedesche e rimandati al campo. Processato il 18 ottobre 1944 dal Tribunale straordinario della Littorio, presieduto dal generale Tito Agosti (che si impiccherà al forte Bocca di Roma), viene condannato a morte e fucilato alle ore 20 del 19 ottobre 1944 al campo di Musingen con Ugo Cellini, Luigi Fossati e Franco Torelli.

Autore della presentazione: Mauro Begozzi

DATI ANAGRAFICI

Età 20 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 21/11/1923
Luogo di nascita Milano
Residenza Milano

Data di morte: 19/10/1944
Nazione di morte: Germania
Luogo di morte: Campo di addestramento militare di Munsingen (Germania)
Comune di morte: Munsingen
Provincia di morte:

Categoria professionaleUfficiali, impiegati pubblici e privati, pensionati
Professione Impiegato Telegrafista alla Stazione Centrale di Milano.
Arruolato nella Repubblica Sociale Italiana.
Periodoaprile 19440
Reparto RSIDivisione Littorio

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Condizione al momento della morte: Civile
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale straordinario della Divisone Littorio - Sentenza emessa in data 18/10/1944.
Esecuzione:Fascista
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: Attivo antifascista fin dal 1942, Sergio Papi è costretto ad arruolarsi nell’esercito della RSI nell’aprile del 1944. Inviato al campo di addestramento di Munsingen, in Germania, con la Divisione Littorio, decide di fuggire con altri compagni. Catturato nei pressi del Colle di Resia, in provincia di Bolzano, viene ricondotto al campo, processato e fucilato assieme agli altri fuggitivi il 19 ottobre 1944.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Il 18 ottobre 1944, al campo di addestramento di Munsingen (Germania), il Tribunale straordinario della Divisione Littorio, presieduto dal generale Tito Agosti, processa e condanna a morte Ugo Cellini, Luigi Fossati, Sergio Papi e Franco Torelli. I quattro, militi della legione fascista, erano fuggiti in bicicletta, percorrendo molti chilometri prima di essere catturati, a poca distanza dal Colle di Resia (Bolzano). L’esecuzione avviene il giorno dopo, 19 ottobre, mediante fucilazione.
Collegamenti:Eccidio di Campo di addestramento militare di Munsingen (Germania), comune di Munsingen (). 19/10/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere:

BIBLIOGRAFIA

  • Il nostro Sergio in "Il Progresso", Milano, 20 ottobre 1945
  • I martiri della libertà, Milano, A.N.P.I., [1945]
  • Mauro Begozzi "Non preoccuparti...che muoio innocente". Lettere di resistenti novaresi condannati a morte, Novara, Interlinea Edizioni, 1995, pp. 30-32
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, pp. 230-232

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Tutti,
Località di stesura: Campo di addestramento di Munsingen
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 13


» Leggi
Lettera a Mamma e tutti,
Località di stesura: Campo di addestramento di Munsingen
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 7 fasc. 13

Note al documento:
Nel testo sono presenti alcune correzioni manoscritte, in penna nera, probabilmente per rendere la trascrizione più fedele all'originale.

INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI