Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Giovanni Mecca Ferroglio



PRESENTAZIONE

La foto ritrae il giovane Giovanni Mecca Ferroglio. Di anni 18. Nato il 12 marzo 1926 a Mathi (Torino) ed ivi residente. Di professione elettricista. Nel gennaio del 1944 si collega coi partigiani dell’80ª Brigata Garibaldi, inquadrata nella 4ª Divisione. Arrestato il 12 agosto 1944 dalle Brigate Nere, attende in carcere per quasi due mesi prima di essere processato. Il 7 ottobre 1944 il Tribunale speciale per la difesa dello Stato di Torino lo riconosce colpevole di appartenenza a banda armata e lo condanna a morte. Il giorno dopo è fucilato al poligono del Martinetto assieme a Luigi Comelli, Mario Giardini e Claudio Zucca, ad opera di un plotone d’esecuzione composto da militi della Guardia nazionale repubblicana (G.N.R.).

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 18 anni
Genere Maschio
Stato civileCelibe
Data di nascita 12/3/1926
Luogo di nascita Mathi
Provincia di nascita Torino
Residenza Mathi

Data di morte: 8/10/1944
Luogo di morte: Poligono di tiro del Martinetto . C'è memoria epigrafica
Comune di morte: Torino
Regione di morte:Piemonte

Categoria professionaleOperai
Professione Elettricista

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Tipologia del condannato:Partigiano
Prima formazione nella Resistenza: gennaio 1944 - 8/10/1944
Tipo di reparto: Brigata
Nome del reparto: Brigata Garibaldi 80ª, inquadrata nella 4ª Divisione Garibaldi
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Sentenza di un tribunale. Tribunale speciale per la difesa dello Stato di Torino - Sentenza emessa in data 7/10/1944.
Esecuzione:Fascista
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: Arrestato il 12 agosto 1944 dalle Brigate Nere, attende in carcere per quasi due mesi prima di essere processato. Il 7 ottobre 1944 il Tribunale speciale per la difesa dello Stato di Torino lo riconosce colpevole di appartenenza a banda armata e lo condanna a morte. Il giorno dopo è fucilato al poligono del Martinetto assieme ad altri 3 compagni.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione L’8 ottobre 1944, al poligono di tiro nazionale del Martinetto, un plotone d’esecuzione della GNR fucila Luigi Comelli, Mario Giardini, Giovanni Mecca Ferroglio e Claudio Zucca, condannati a morte dal Tribunale speciale per la difesa dello Stato di Torino.
Collegamenti:Eccidio di Poligono di tiro del Martinetto, comune di Torino. 8/10/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere:

BIBLIOGRAFIA

  • I compagni mi vendicheranno: lettere scelte di condannati a morte della Resistenza italiana, Napoli, Laboratorio politico, stampa 1995
  • Lettera in "Noi giovani / organo del Fronte della Gioventù" n. 11, 15 ottobre 1944
  • Le radici e le ali: 1943/45-1993/95: memoria e storia nelle celebrazioni del cinquantennale della Resistenza e della Guerra di liberazione, Roma, 1996, p. 456
  • Nicola Adducci - Luciano Boccalatte - Giuliana Minute Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della Resistenza a Torino, Torino, Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea, 2003, p. 172
  • Bianca Ceva 5 anni di storia italiana 1940-1945, Milano, Edizioni di Comunità, 1964, p. 296
  • Mimmo Franzinelli Ultime lettere. Scritti di fucilati e deportati della Resistenza in "Italia contemporanea" n. 237, Milano, Carocci editore, dicembre 2004, p. 529
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, pp. 194-195

COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

» Leggi
Lettera a Madre,
Località di stesura: Carceri di Torino
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 6 fasc. 12

Note al documento:
Nel documento vi sono alcuni segni o correzioni tracciati a mano, in penna nera o matita.

» Leggi
Lettera a amico, scritta in data 07-10-1944
Località di stesura: Carceri di Torino
Stato del documento: copia


Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

La lettera è conservata presso:
Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

Indirizzo web:
http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

Collocazione archivistica:
Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 6 fasc. 12


INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI