Seleziona una lettera dell’alfabeto: A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z

Giuseppe Anselmi (Pippo)



PRESENTAZIONE

Primo piano di Giuseppe Anselmi, nome di battaglia Pippo. In basso a sinistra è scritto il suo nome, in corsivo. Di anni 61. Nato il 12 febbraio 1883 a Sanremo ed ivi residente. Di professione sarto. Attivo antifascista fin da prima dell’armistizio, dopo l’8 settembre è tra i fondatori del Cln di Sanremo. Inizialmente si occupa del reperimento delle armi e dell’organizzazione delle bande partigiane in città ed in montagna (dove invia gli sbandati). In seguito assume in prima persona il comando di un G.A.P. (Gruppo d’azione patriottica), che guiderà in numerose azioni. Grazie alla delazione di una spia, verso la fine dell’agosto del 1944 la Guardia nazionale repubblicana (GNR) e l’Ufficio politico investigativo (UPI) riescono ad arrestarlo. Interrogato e torturato ripetutamente, il 6 novembre 1944 Giuseppe Anselmi è condotto a Castelvecchio (IM) con Armando Denza e Luigi Novella. All’incrocio con la strada che porta ad Oliveto, verso le ore 17, i tre prigionieri vengono fucilati, per rappresaglia alla morte di un milite della GNR ucciso giorni prima dai partigiani. Le salme dei tre condannati vengono lasciate tutta la notte sul luogo dell’esecuzione, come monito per la popolazione imperiese.

Autore della presentazione: Igor Pizzirusso

DATI ANAGRAFICI

Età 61 anni
Genere Maschio
Data di nascita 12/2/1883
Luogo di nascita Sanremo
Provincia di nascita Imperia
Residenza Sanremo

Data di morte: 6/11/1944
Luogo di morte: Castelvecchio
Comune di morte: Imperia
Regione di morte:Liguria

Titolo di studioLicenza elementare
Categoria professionaleOperai
Professione Sarto

Appartenenza politicaComunista

ATTIVITÁ NELLA RESISTENZA

Nome di battaglia: Pippo
Tipologia del condannato:Partigiano
Tipo di reparto: Comitato
Nome del reparto: Comitato di liberazione nazionale (Cln) di San Remo
Tipo di reparto: Gruppo
Nome del reparto: Gruppo di Azione patriottica (GAP) di San Remo
Condizione al momento della morte: Combattente
Agente della condanna: Decisione di un comando militare
Tipo di esecuzione: Fascista
Circostanza della morte: Eccidio
Descrizione della circostanza della morte: Membro del Cln imperiese, Giuseppe Anselmi viene arrestato a fine agosto 1944 per opera della GNR e dell'UPI, in seguito a una delazione. Interrogato e seviziato, muore fucilato per rappresaglia, assieme ad altri due compagni.
Causa della morte: Fucilazione
Modalità dell'esecuzione Il 6 novembre 1944 Giuseppe Anselmi, Armando Denza e Luigi Novella vengono fucilati a Castelvecchio (frazione di Imperia) per rappresaglia alla morte di un milite della GNR per mano dei partigiani imperiesi.
Collegamenti:Eccidio di Castelvecchio , comune di Imperia . 6/11/1944
Visualizzazione ingrandita della mappa
Condannati dello stesso gruppo di cui esistono lettere:

BIBLIOGRAFIA

  • Enzo Collotti - Renato Sandri - Frediano Sassi (a cura di) Dizionario della Resistenza, Torino, Einaudi, 2001, vol. II, p. 133
  • Franco Gimelli - Paolo Battifora (a cura di) Dizionario della Resistenza in Liguria, Genova, De Ferrari, 2008 , p. 28
  • Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003, p. 13
  • Carlo Rubaudo Storia della Resistenza Imperiese, Imperia, Dominici, 1992, vol. II, pp. 522-523
  • COLLOCAZIONE ARCHIVISTICA

    » Leggi
    Lettera a familiari,
    Stato del documento: copia


    Tipo di copia della lettera: trascrizione a macchina

    La lettera è conservata presso:
    Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia Ferruccio Parri - Milano

    Indirizzo web:
    http://www.italia-liberazione.it/parri-milano

    Collocazione archivistica:
    Fondo Malvezzi Piero Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana e europea, b. 6 fasc. 12

    Note al documento:
    Sotto al testo della lettera, è scritto a macchina "Copia conforme all'originale a mani del sottoscritto. Sanremo 17 luglio 1951. Anselmi Armando" con firma autografa a penna e a matita. Vi sono poi altre scritte a matita, in alto ("ricopiare tre copie") e in basso (due frecce ai lati unite da una riga orizzontale proprio sotto al nome di Anselmi Giuseppe).

    INFORMAZIONI REPERIBILI IN ALTRE BANCHE DATI